Domenica, 24 Ottobre 2021
Politica Alife

La Regione getta ‘ombre’ sull'elezione del presidente del Consorzio Sannio Alifano

Della Rocca: “Non accettiamo alcuna ingerenza, il Consiglio dei delegati è sovrano per cui l’ex reggente se ne faccia una ragione”

“Con somma incredulità e stupore abbiamo ricevuto l'impropria nota della Regione Campania, a firma della dirigente della direttrice generale per le Politiche agricole, Maria Passari, e del dirigente della Uod Infrastrutture Rurali ed Aree Interne, Sergio Caiazzo, che fa il paio con la pervicace azione di disturbo dell’inappagato ex reggente Alfonso Santagata verso l’operato della nuova amministrazione dell’Ente consortile”. Lo dichiara Franco Della Rocca, neo presidente del Consorzio di Bonifica del Sannio Alifano, all’indomani della nota regionale che parte dall’errato presupposto di una presunta e mai avvenuta elezione di Alfonso Santagata a presidente dell’Ente, risalente al febbraio 2017 quando, invece, il Consiglio prese solo atto della sua assunzione della carica di presidente per effetto di un automatismo di legge.

“Manifesta è l’inconferenza della sbandierata nota a firma di Passari e Caiazzo i quali, travalicando innanzitutto le proprie prerogative e competenze, forniscono personalissime interpretazioni della legge regionale 4/03 e dello statuto consortile, tentando arbitrariamente (favorendo così inspiegabilmente Santagata) di delegittimare l’operato posto in essere dal Consiglio dei delegati, nonché mettere in discussione la legittima ed ampia maggioranza accordata alla neo presidenza. Le questioni afferenti, infatti, l’elezione del presidente trattandosi di atto "uti socius", attengono all’esclusiva competenza del Consiglio dei delegati, ove alcuna ingerenza risulta normativamente accordata alla Regione”, fa rilevare il nuovo vertice del Sannio Alifano.

Più nello specifico, ciò risulta lampante dal contenuto della stessa legge regionale numero 4 del 25 febbraio 2003, rubricata “Nuove norme in materia di bonifica integrale”. “Alla luce di tutto ciò, posto che alcun controllo di legittimità e/o merito risulta accordato alla giunta regionale in relazione alle deliberazioni vertenti sulla “elezione presidente” essendo, invece, detto controllo strettamente limitato a tassative ipotesi in cui, si ribadisce, non vi rientrano quelle vertenti l’elezione del presidente, non si accetta alcuna forma di ingerenza, interpretazioni “ad hoc” e pruriginose speculazione di correnti politiche. Stia sereno Santagata”, conclude il presidente Franco Della Rocca.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Regione getta ‘ombre’ sull'elezione del presidente del Consorzio Sannio Alifano

CasertaNews è in caricamento