Dimissioni protocollate, sindaco ufficialmente a casa. E spunta il retroscena di un mese fa

Santagata: "Ho saputo che si parlava già da tempo per mandarmi a casa..."

Il sindaco Vincenzo Santagata

Sono state protocollate stamattina dal consigliere comunale di opposizione, Gianluca Di Luise, le dimissioni dei 9 rappresentanti del consiglio comunale che hanno deciso di mandare a casa il sindaco di Gricignano Vincenzo Santagata. Le dimissioni erano state anticipate già domenica via Pec.

Quindi, ufficialmente, il commercialista Santagata non è più il primo cittadino di Gricignano di Aversa. Adesso la palla passa alla Prefettura di Caserta che dovrà decidere chi sia la persona giusta per guidare il Municipio fino alle prossime elezioni comunali. Nonostante siano passate già parecchie ore dal ‘blitz’ dal notaio di Vittorio Lettieri, Mariarosaria D’Agostino, Lena Licciardiello e Michelina D’Aniello insieme ai 5 esponenti dell’opposizione, non si sono ancora placate le polemiche.

Nella giornata di domenica ha parlato pubblicamente, nella sede di Gricignano Attiva in piazza Municipio, il vicesindaco Vittorio Lettieri che ha praticamente accusato Santagata di non essere stato “garante della coalizione”. Anzi secondo Lettieri “si è circondato di sciacalli” che poi avrebbero portato il primo cittadino Santagata a commettere degli errori con scelte poco chiare.

Ma nelle dichiarazioni di Lettieri non c’è solamente la ‘famosa’ Progest sulla quale “Santagata ci deve ancora spiegare cosa effettivamente sia successo e quali sono gli interessi che ci sono sotto” ma anche la short list per le ditte per i lavori pubblici “che non è stata mai attivata e che ha permesso al sindaco di fare affidamenti diretti nei primi 4 mesi di consiliatura”. E in conclusione Lettieri ha detto che “è stata una scelta dettata da una mancata visione del gruppo”.

Santagata però ritiene, come già detto anche attraverso un comunicato ufficiale, che la Progest sia stata solamente “un pretesto” per far fallire la sua amministrazione comunale. E non a caso ha affidato ad un post su Facebook la sua risposta a Lettieri sottolineando che “dopo aver parlato con un consigliere comunale di opposizione (ma non si sa chi) sono venuta a conoscenza che gli ‘abboccamenti’ per le dimissioni andavano avanti da un mese”.

C’è solamente una certezza: gli equilibri tra Santagata e Lettieri sono sempre stati fragilissimi. Sin da subito: basti pensare alle polemiche (interne) già sulla giunta comunale. Forse la Progest è stata anche un pretesto ma l’idea di ‘sfasciare’ tutto era ormai evidente a tutti coloro che seguono la politica gricignanese. E forse anche da più di un mese…

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Schianto mortale con l'Apecar, un morto sull'Appia

  • Tragedia in ospedale, bambina muore dopo il parto

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Aggredisce i passanti, fermato dal campione di arti marziali

  • Camorra, l’allarme della Dda: “Casalesi 2.0 più insidiosi del vecchio clan”

Torna su
CasertaNews è in caricamento