Consiglieri si dimettono dal notaio, sindaco sfiduciato

In 7 dal notaio Decimo per mettere fine all'amministrazione

Il sindaco di Cellole Cristina Compasso

Sette consiglieri comunali di Cellole hanno messo fine all'amministrazione comunale guidata dal sindaco Cristina Compasso.

La crisi che si è aperta negli ultimi quattro giorni, con la rottura in seno alla maggioranza, ha portato alle dimissioni di massa di questa sera.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Francesco Barretta, Iovino, Antonietta Marchegiano, Umberto Sarno si sono ritrovati insieme agli esponenti dell'opposizione Lauretano, Sorgente e Di Paolo dal notaio Decimo di Santa Maria Capua Vetere per firmare le dimissioni contestuali che mettono fine all'amministrazione e costringeranno i cittadini di Cellole a tornare al voto nella prossima primavera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Francesco Martucci è il miglior pizzaiolo d'Italia: al secondo posto l'altro casertano Franco Pepe

  • De Luca a 'Porta a Porta' lancia l'ultimatum: "Penultima ordinanza prima di chiudere tutto"

  • Tempesta nel casertano: abbattuti cartelloni pubblicitari ed alberi, volano anche pezzi di tetto | FOTO

  • Una casertana sbanca il programma di Gerry Scotti: vinti 55mila euro

  • “Avremo 5mila contagi in 4 settimane”, l'allarme di De Luca

  • Giallo sui titoli: scuola lo esclude dalla graduatoria Ata, ma il Tar gli dà ragione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento