Venerdì, 24 Settembre 2021
Politica

Del Gaudio sindaco in ticket con Bove: "Pressioni sui nostri candidati". In 24 si ritirano

L'alleanza tra l'ex fascia tricolore e Città Futura sui temi e sui principi: "Superata la logica dei partiti. Possiamo arrivare a 10 liste"

Sarà Pio Del Gaudio il candidato sindaco dei movimenti civici che sono confluiti nel progetto di Città Futura. L'annuncio è arrivato nel corso di una conferenza stampa in cui la candidatura dell'ex fascia tricolore ha assunto i crismi dell'ufficialità. Una candidatura in ticket con Enzo Bove, leader proprio di Città Futura: "Siamo due candidati sindaci ma la legge ne prevede uno soltanto. Continueremo a lavorare fianco a fianco per la città", ha sottolineato Del Gaudio.  

E così, il matrimonio civico annunciato un paio di settimane fa, è diventato ufficiale. Un accordo arrivato sui "temi" ma anche sui principi che i 13 movimenti civici al tavolo, "ognuno con un ruolo orizzontale rispetto agli altri con ciascuno che fornirà il proprio contributo", condividono: "etica, morale, buon senso, competenza e trasparenza", hanno ribadito Del Gaudio e Bove.

"Il sindaco già l'ho fatto - ha detto Del Gaudio - Ho imparato che vincere le elezioni non serve se non hai la squadra per governare. Il Consiglio Comunale di Caserta deve migliorare in qualità ed Enzo (Bove nda) come altri esponenti di questo movimento (tra cui i consiglieri Marco Cicala e Roberto Desiderio nda) hanno quella qualità che la città sta invocando. Noi ci siamo uniti sulle tematiche e siamo convinti che la bella gente di Caserta starà con noi. In questi giorni già abbiamo avuto numerose adesioni. Caserta non ha bisogno di provvedimenti calati dall'alto. Deve farcela da sola attraverso un'amministrazione che guidi i processi con competenza ed amore".

Ed altre potrebbero arrivare a breve. "Noi abbiamo dialogato e dialogheremo con tutti - precisa Bove - Contatti ci sono con Lupo Giacomo Pulcino che è un amico ed una persona stimata. Solo qualche giorno fa eravamo seduti a questo stesso tavolo e di certo parleremo anche nei prossimi giorni". 

L'obiettivo dichiarato è superare la logica dei partiti "con cui pure ci sono state interlocuzioni dal centrodestra al centrosinistra", precisano Del Gaudio e Bove. "Dalle ultime elezioni è emerso come i partiti abbiano perso terreno che è stato conquistato dal civismo. E' quanto abbiamo ribadito nel corso degli incontri. Cinque anni e mezzo fa eravamo in sei - rivela Bove - E nessuno ha voluto fare un passo indietro con il risultato che solo in due siamo stati eletti in consiglio comunale (Bove e Iarrobino nda). Ora è il momento di superare le divisioni e puntare a vincere le elezioni". 

Al momento, dunque, si lavora alla composizione delle liste. "Ci sono candidati per poter fare 10 liste - dichiara ancora Bove - Ma vanno razionalizzati e quindi probabilmente saranno di meno. Al momento ci sono 24 persone che hanno ritirato la loro disponibilità a candidarsi dopo le pressioni che hanno subito da altri candidati. Addirittura un mio parente ha ricevuto un messaggio da un altro candidato a sindaco che gli ha garantito l'elezione della moglie in consiglio comunale con 500 voti".

"Un movimento come questo non si era mai visto a Caserta - aggiunge Del Gaudio - Stiamo subendo un attacco senza precedenti". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Del Gaudio sindaco in ticket con Bove: "Pressioni sui nostri candidati". In 24 si ritirano

CasertaNews è in caricamento