rotate-mobile
Politica Marcianise

Crisi in maggioranza, Buonanno apre al dialogo ma viene ‘bloccato’ dal Pd

Il consigliere, quasi aggredito per la volontà di ascoltare Velardi, ha abbandonato la riunione

Clima molto teso nel gruppo dei dissidenti della maggioranza a Marcianise dove l’apertura del sindaco Antonello Velardi (che ha convocato i 5 consiglieri oggi per un incontro in Comune) sembra aver prodotto degli effetti. Martedì sera si è svolta una riunione alla quale hanno partecipato i consiglieri Enzo Galantuomo, Telia Frattolillo, Gennaro Laurenza, Tommaso Acconcia e Luciano Buonanno, allargata ai segretari del Pd, Angelo Raucci, e di Campania in Movimento, Emanuele Tartaglione.

Sul tavolo proprio la convocazione del sindaco e la linea da seguire in vista dell’incontro. Dopo l’apertura del sindaco c’è stato chi, come Luciano Buonanno, si era dimostrato propenso ad ascoltare il sindaco e capire che margini di manovra vi fossero. Ma l’apertura del consigliere ha provocato la dura reazione del Pd (consiglieri e segretario) che sono stati intransigenti sulla posizione e di rottura, utilizzando parole forti e dure nel corso della riunione. Al punto che lo stesso Buonanno ha poi lasciato la riunione, mentre i suoi compagni di partito hanno successivamente provato a difendere la sua posizione.

E’ chiaro però che il vertice di martedì sera dimostra l’intransigenza da parte del gruppo del Partito democratico neo confronti del sindaco Velardi; una rottura sancita, di fatto, tra fine luglio ed inizio agosto quando Velardi e Raucci furono protagonisti di un durissimo botta e risposta via social, con minacce di denunce e pressioni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi in maggioranza, Buonanno apre al dialogo ma viene ‘bloccato’ dal Pd

CasertaNews è in caricamento