Dopo le Regionali si riapre la crisi in maggioranza, il sindaco "invitato" alle dimissioni

Sasso: “Ci ho pensato, ma vado avanti fino a quando tali squilibri non emergeranno con l’assunzione delle relative responsabilità"

La tensione torna a salire a Sessa Aurunca dove neanche la fine delle elezioni regionali sembra aver riportato la calma nella maggioranza. Dopo la ‘pax elettorale’ sancita dalla doppia candidatura di Gennaro Oliviero e Massimo Schiavone, si pensava che l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Silvio Sasso sarebbe potuta arrivate a termine senza grossi problemi. Invece lo stesso primo cittadino ha affermato che domenica “sono stato invitato alla luce dei risultati delle elezioni regionali a porre fine all’Amministrazione Comunale con 8 mesi di anticipo sulla scadenza naturale”. Non è chiaro chi sia stato il mittente di questa richiesta, anche se è chiaro che, ad oggi, il sindaco Sasso ha il suo primo “nemico politico” nel consigliere regionale Gennaro Oliviero, capace di raccogliere a Sessa 2700 preferenze nonostante la presenza di Massimo Schiavone (il Pd ha raggiunto la clamorosa percentuale del 54% in città).

“Ho seriamente valutato l’ipotesi - ha spiegato Sasso - ma tanti cittadini, militanti e gruppi disinteressati mi hanno indotto a pensare ancora una volta, come ho già dimostrato di fare e di saper fare, al Bene Comune piuttosto che ai soli equilibri politici. Pertanto resterò al mio posto con impegno e dedizione, al servizio della Città e del Territorio, fino a quando tali squilibri non emergeranno nelle forme previste dalla Legge con l’assunzione delle relative responsabilità. A differenza di altre volte, non ritengo di dover rassegnare le dimissioni per sollecitare interlocuzioni, perché è mio dovere istituzionale richiamare l’attenzione  di tutti, maggioranza ed opposizione, sulle gravi conseguenze per l’intera cittadinanza che potrebbero seguire alla mancata approvazione del bilancio come atto conclusivo del risanamento finanziario dell’Ente, nonché sulla brusca interruzione di tante attività di interesse collettivo in piena evoluzione. Schiena diritta. Sempre”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ex carabiniere si lancia con l'auto contro la caserma: fermato

  • Oltre 900 nuovi casi e 3 vittime del Covid. Aumenta percentuale positivi

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • Il casertano piange 24 vittime: un morto all'ora per Covid in una sola giornata

  • Morti altri 8 pazienti ricoverati col Covid: 589 nuovi positivi nel casertano

  • Quasi 2mila guariti nel casertano. Cala percentuale dei positivi

Torna su
CasertaNews è in caricamento