rotate-mobile
Politica Aversa

Venti di crisi in maggioranza dopo la 'mazzata' della Corte dei Conti

Salta il Consiglio per 3 assenze. La minoranza chiede le dimissioni, Fiorenzano li sfida: "Ecco le condizionI"

Si respira aria crisi nella maggioranza guidata dal sindaco di Aversa Alfonso Golia.

Il consiglio comunale di mercoledì (in seconda convocazione) non si è tenuto per mancanza di numero legale per l'assenza concomitante dei consiglieri Olga Diana, Francesco Forleo e Roberto Romano. Quello che sarebbe dovuto essere il primo consiglio comunale dopo il dossier della Corte dei Conti, ha messo in luce una situazione di crisi all’interno della maggioranza.

Dall’opposizione chiedono al sindaco di prendere atto che non ha più i numeri e dimettersi. Il gruppo dei Moderati, vicino al consigliere regionale Giovanni Zannini, invece, parla di “assenze dovute a impellenze di carattere professionale, entrambi i consiglieri del gruppo sono medici e hanno avuto esigenze professionali che hanno impedito di essere presenti all'appello”.  “Ingiustificata", invece, l’assenza di Roberto Romano, che da tempo avrebbe chiesto un assessorato.

Ma che ci sia fibrillazione in maggioranza lo si evince anche dalla 'sfida' lanciata all'opposizione dal consigliere comunale Pasquale Fiorenzano attraverso i social. “Visto e considerato che ogni giorno la minoranza o opposizione che dir si voglia chiede le dimissioni di questa maggioranza. Visto che secondo questi soggetti siamo la causa di ogni male di questa Città. Visto che fino a tre anni fa con loro la città era bellissima e brillava in tutta Europa”, scrive. Ed ancora: “Considerato che i 12 consiglieri di minoranza mi stanno convincendo di questa cosa mi rendo disponibile alle dimissioni se entro 48 ore, anzi facciamo anche 72 ore sono capaci di ufficializzare un Candidato Sindaco che li rappresenti; indicare i partiti che lo sostengono; indicare i candidati al Consiglio in campo e di indicare i nomi degli Assessori della loro squadra di Governo”. E chiosa: “Così posso verificare che davvero tengono alla città e non fanno invece un lavoro di getta fango solo per riappropriarsi del potere perso dopo 20 anni”. (f.p.)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Venti di crisi in maggioranza dopo la 'mazzata' della Corte dei Conti

CasertaNews è in caricamento