menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sindaco di Capua Luca Branco

Il sindaco di Capua Luca Branco

Il centrodestra dice ‘no’ al governo col Pd: "Risposte concrete o torniamo al voto"

Documento di Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia: respinta l'offerta di entrare in maggioranza. Occhi puntati su Rosaria Nocerino e 5 Stelle

Si avvicina il momento della verità per la maggioranza di centrosinistra a Capua. Tra 24 ore si voterà in consiglio comunale la sfiducia al presidente Ludovico Prezioso che sancirà, ufficialmente, la spaccatura coi 6 esponenti che l’hanno firmata. Ma sarà anche il momento in cui si capirà se il dialogo con l’opposizione auspicato da Adolfo Villani nei giorni scorsi sarà possibile.

Ma se i rumors raccontano di una discussione possibile con Rosaria Nocerino ed i consiglieri 5 Stelle Caiazzo e Miccolupi, un secco ‘no’ arriva al Partito democratico per formare un governo di ampia dai responsabili di Lega, Forza Italia e Fratelli ad un ipotetico appoggio al sindaco Luca Branco.

“L’attuale crisi politica che ormai ha decretato di fatto il totale fallimento di un progetto politico nato cinque anni addietro con la candidatura a sindaco del Generale Centore - si legge nel documento delle forze politiche di centrodestra - porta la firma di un noto esponente del PD capuano (Adolfo Villani, nda) che dalle pagine del proprio blog ha sentenziato la fine di questo obbrobrio amministrativo, tendendo la mano a tutti i consiglieri di minoranza nella speranza di avviare una sorta di amministrazione di salute pubblica che miri, in un periodo massimo di due anni, a puntare sulla risoluzione di pochi e specifici obiettivi. Un richiamo delle sirene che ha visto, come sembra, disponibili sia la consigliera Nocerino, ma non si capisce a quale titolo, sia il Movimento Cinque Stelle che tenta goffamente di emulare ciò che sta accadendo a livello nazionale, senza valutare però che il Governo centrale per potersi formare ha dovuto sostituire il Presidente Conte con Draghi, mentre qui come sostituiranno Branco?”.

Da parte del centrodestra, però, non sembrano esserci margini di dialogo. “Gli uomini di ieri, come quelli di oggi, avevano pregi e difetti e non erano affatto “alieni”, ma di sicuro una cosa li contraddistingueva, la coerenza di appartenere ad una forza politica seria e responsabile, rimanendo coerenti sulle proprie posizioni, oggi ci troviamo innanzi al mercato delle vacche con i soliti versipelle pronti ad entrare in maggioranza con la giustificazione di farlo per il bene della città, ma di fatto tradendo il proprio mandato elettorale.  Capua è da tempo priva di una amministrazione comunale degna di tale nome e passi che non sono in grado di attuare o mettere in cantiere progetti concreti e sostenibili per la città, ma addirittura qui non si è in grado di garantire neanche il minimo indispensabile come  la gestione ordinaria dell’ente. Una città che, avendo una amministrazione insipiente, prosegue in una lenta agonia, finanziamenti che continuano a perdersi per palese incapacità, senza una progettualità seria, senza un futuro certo, voi pensate di essere furbi, in realtà prendete in giro solo voi stessi , non certo i cittadini di Capua , che vi hanno misurato, pesato e trovati mancanti  in tutto , soprattutto in dignità”.

Da qui la scelta: “Sono questi i motivi per cui le forze politiche che compongono il centro destra non sono disposte a farsi coinvolgere in una ammucchiata inutile e sterile, in medley di interessi che non ci appartiene, si affrontino invece i veri problemi della città, si diano risposte serie a tutti i cittadini ormai disillusi e critici da parte di coloro che intendono l’amministrare quotidiano con selfie e videointerviste senza senso, oppure si torni nuovamente al voto, dando nuovamente la parola al popolo sovrano”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento