In Provincia nuova spaccatura nel Pd: Schiavone non vota con gli altri consiglieri di Oliviero

Le tensioni di Sessa Aurunca (dove il sindaco minaccia le dimissioni) si ripercuotono anche nella prima seduta della nuova amministrazione provinciale. In 13 votano le linee programmatiche

La prima seduta del nuovo consiglio provinciale di Caserta

Si è insediato ufficialmente oggi il nuovo consiglio provinciale di Caserta così come uscito fuori dalle elezioni dello scorso 3 ottobre con le prime modifiche dettate dallo scioglimento del Comune di Marcianise, che ha costretto Pinuccio Moretta e Carmen Ventrone a rinunciare al loro posto fin da subito. 

Hanno potuto occupare il loro posto in aula i 4 consiglieri di Forza Caserta (Antonio Diana, Francesco De Cristofaro, Pamela Frasca, Stefano Giaquinto), i 3 dei Moderati (Pasquale Crisci, Olga Diana e Michele Di Martino), i 3 neo renziani di Caserta Viva (Mimmo Carrillo, Mario Russo e Gianluigi Santillo); i 2 di Prima i Casertani (Vincenzo Golini ed Antonella Piccerillo); l'esponente di Fratelli d'Italia Mariagabriella Santillo; mentre i 3 di Democratici per Caserta Alessandro Landolfi, Carlo Russo e Massimo Schiavone hanno costituito il gruppo del Partito democratico.

Alla prima uscita ufficiale non sono mancate le sorprese per il voto sulle linee programmatiche presentate dal presidente della Provincia Giorgio Magliocca, che sono state votate da 13 consiglieri, con l'astensione di Massimo Schiavone di Sessa Aurunca. Gli unici che hanno votato contro sono stati i Democrat Russo e Landolfi. Un voto che, se da un lato, dimostra come anche il Magliocca bis sia iniziato nel segno della 'cooperazione istituzionale' tra le varie anime rappresentate in consiglio comunale, dall'altro manifesta a pieno i problemi che oggi si vivono nel Pd, sul fronte che capo al consigliere regionale Gennaro Oliviero

L'astensione di Schiavone, che segue le notizie sulle possibili dimissioni del sindaco di Sessa Aurunca Silvio Sasso, dimostrano che oggi, nella città Oliviero, si sia aperto un fronte che rischia di mettere seriamente in bilico l'appoggio alla sua candidatura al consiglio regionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le auto di lusso del "signore della cocaina" nascoste in un garage casertano

  • La Dea Bendata bacia Caserta con una quaterna da 124mila euro

  • Scuole chiuse in provincia di Caserta: ecco i sindaci che hanno già firmato

  • “Un Mose anche per Caserta”. La foto che fa il giro del web

  • Benzina 'truccata', la finanza sequestra distributore di carburante

  • Il convento delle suore finite sotto indagine diventa proprietà del Comune

Torna su
CasertaNews è in caricamento