Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Politica Aversa

Il voto decisivo per il sindaco alla vigilia di Natale. Quattro consiglieri pronti al sì per evitare il commissario

Convocata la nuova seduta per il voto sul bilancio. Ecco chi può salvare Golia dalla fine anticipata

Il futuro dell’amministrazione comunale di Aversa si deciderà, con molta probabilità, alla vigilia di Natale. Il presidente del Consiglio Carmine Palmiero ha, infatti, convocato per mercoledì 23 dicembre (in seconda convocazione per giovedì 24 dicembre) il consiglio comunale per la votazione della salvaguardia degli equilibri di bilancio (oltre ad una decina di debiti fuori bilancio).

La delibera finanziaria torna dunque al voto dopo la bocciatura de 30 novembre scorso e la conseguente diffida del prefetto di Caserta Raffaele Ruberto che ha concesso un’altra chance al sindaco Alfonso Golia per salvare l’amministrazione comunale ed evitare il commissariamento. Stando ai rumors, il farmacista del Partito democratico dovrebbe mangiare il panettone grazie all’appoggio di 4 consiglieri comunali di opposizione che dovrebbero approvare il documento contabile, dopo aver votato no il 30 novembre: gli indiziati sono i consiglieri comunali vicini al consigliere regionale Giovanni Zannini (Giovanni Innocenti, Olga Diana e Francesco Sagliocco) insieme all’esponente del Movimento 5 Stelle Roberto Romano (anche se quest’ultimo potrebbe restare in bilico fino alla fine).

I quattro voti si andrebbero ad aggiungere a quelli dei 9 su cui poteva già contare il sindaco raggiungendo la quota di 13 voti a favore, realizzando, di fatto, una nuova maggioranza. Che, però, non è chiaro dove porterà. Perché Golia continua a ripetere di non voler fare accordi sulle poltrone, ma è chiaro che la nuova fisionomia della sua maggioranza potrebbe portare anche ad un cambiamento della giunta.

Tanto che, si mormora, qualche assessore avrebbe già chiesto al sindaco di lasciare subito dopo il periodo natalizio proprio per i nuovi equilibri della maggioranza. Il consiglio comunale servirà anche per capire come si comporteranno i consiglieri dissidenti del Pd (Paolo Santulli, Eugenia D’Angelo, Maurizio Danzi e Francesco Forleo) oltre ad Imma Dello Iacono di Italia Viva che, nel consiglio comunale del 30 novembre, votò contro il documento contabile mentre l’altro collega di partito, Mariano Scuotri, a favore.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il voto decisivo per il sindaco alla vigilia di Natale. Quattro consiglieri pronti al sì per evitare il commissario

CasertaNews è in caricamento