Il sindaco 'sotto' nell'ultimo Consiglio prima della sfiducia. I 5 Stelle: "Si è ritrovato solo"

Venerdì prossimo il voto decisivo che metterà fine all'amministrazione dopo 6 mesi

Il consiglio comunale di San Felice a Cancello

L’ultimo consiglio comunale prima di quello sul voto di sfiducia (in programma per venerdì 6 dicembre) ha dimostrato che la maggioranza a San Felice a Cancello non c’è più. Il sindaco Giovanni Ferrara sperava, oggi, di vedere qualche segnale che avrebbe potuto dargli la possibilità di sperare nel “cambio di idea” di qualche consigliere dissidente o finanche del Movimento 5 Stelle per poter portare avanti l’amministrazione comunale. Ma così non è stato.

Ed i consiglieri pentastellati hanno confermato che venerdì prossimo voteranno per la sfiducia al sindaco:”Noi del M5S abbiamo deciso di presentare la  Mozione di sfiducia per la situazione insostenibile. Gli altri consiglieri hanno deciso di sottoscriverl. E’ evidente che affinché i consiglieri potessero sottoscrivere la mozione ci dovesse essere un incontro per apporre le firme e così è stato. Chi invece ha stretto accordi con chiunque pur di raggiungere il proprio obiettivo senza minimamente tenere conto delle inevitabili conseguenze è stato il Sindaco che, partendo con una maggioranza di 13 Consiglieri ora si è ritrovato solo abbandonato da tutti, assessori compresi, ed ancora oggi non si è reso conto di aver fallito su tutti i fronti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "I Casalesi comandano ancora". La Dia ricostruisce la mappa dei clan nel casertano | FOTO

  • Uccide uccelli di specie protetta, sequestrato fucile e animali a cacciatore | FOTO

  • Pandora falsi venduti nel Tarì, scoperto il deposito: sequestrati 2860 gioielli

  • Violento incendio in 3 depositi: fiamme altissime, la nube invade le case | FOTO

  • Riesce a non pagare 10mila euro di pedaggio autostradale con un trucco

  • “Io nel clan a 13 anni. In carcere ho incontrato un indagato per l'omicidio dei miei genitori”

Torna su
CasertaNews è in caricamento