rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Politica Maddaloni

ELEZIONI De Filippo molla il Pd che mette in difficoltà Santangelo

I democrat ritornano su Campolattano sindaco, il leader di Calatia costretto a rientrare

L’accordo tra il Partito Democratico ed Andrea De Filippo non si farà. Troppi problemi, soprattutto nella coalizione dell’ex sindaco, dove l’intesa sarebbe stata mal digerita. E per non rischiare di mandare il tavolo all’aria, allora è meglio fare un passo indietro.

Il Partito democratico, dunque, torna all’antico, cioè all’idea di una candidatura di bandiera con un proprio candidato sindaco, che, a meno di clamorosi colpi di scena, sarà Angelo Campolattano, che alle elezioni amministrative dello scorso anno ha superato abbondantemente le 800 preferenze personali. Campolattano dovrebbe scendere in campo con quattro liste: il Pd, Agorà (il movimento giovanile dei democratici), la lista che metterà in piedi Claudio Petrone e Uniti per Maddaloni di Enzo Bove. Non c sarà, invece, Calatia Libera, seppure Vincenzo Santangelo sia stato costretto a rimangiarsi l’accordo con De Filippo e tornare nei ranghi del Pd. L’ipotesi è che il primo di non eletti alla Regione venga candidato proprio nel Partito democratico è sul tavolo ed è più di un’opzione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

ELEZIONI De Filippo molla il Pd che mette in difficoltà Santangelo

CasertaNews è in caricamento