rotate-mobile
Lunedì, 4 Luglio 2022
Politica Aversa

Due consiglieri in bilico per il bilancio. Ed i 5 Stelle studiano anche un nuovo candidato a sindaco

Corsa contro il tempo per il Previsionale ma Golia deve fare i conti anche col pallottoliere

Un’amministrazione comunale in bilico ed un papabile candidato sindaco ‘sondato e pronto’. Torna a crescere la tensione negli uffici comunali di Aversa.

Ma partiamo con ordine. Il bilancio di previsione arriverà in consiglio comunale per l’approvazione non prima di metà luglio e sarà in quella sede che l’amministrazione comunale normanna, guidata dal sindaco Alfonso Golia, potrebbe arrivare al capolinea. In bilico ci sono due consiglieri: Clotilde Criscuolo e Roberto Romano.

La prima, più volte, ha lamentato la mancata condivisione e partecipazione per la redazione del documento economico contabile e ha dichiarato pubblicamente che non avrebbe votato il bilancio se non fosse stato al vaglio del consiglio nei termini di legge. Ma appare impossibile che il documento contabile possa essere approvato in consiglio prima del 30 giugno anche “grazie” agli ultimi pasticci che hanno portato la giunta a dover approvare la delibera per 3 volte nel giro di 3 settimane.

A frenare  il consigliere del Movimento 5 Stelle Romano, invece, ci sarebbe il pressing del consigliere regionale Salvatore Aversano che negli ultimi tempi avrebbe sondato l’attuale presidente dell’ordine dei commercialisti di Napoli Nord, Franco Matacena, proponendogli una candidatura a sindaco. Dopo un colloquio anche con il ministro degli Esteri Luigi di Maio, venuto ad Aversa venerdì, il presidente dei commercialisti avrebbe sciolto la riserva dando la propria disponibilità alla candidatura. L’unica condizione sarebbe quella di mettere in piedi una coalizione civica senza simboli di partito. Un problema che potrebbe essere risolto dalla "crisi" che ha colpito i 5 Stelle a livello nazionale, con Di Mario ad un passo dall'addio al Movimento.

A tale operazione politica potrebbe guardare con interesse anche il gruppo del Moderati, che fa riferimento al consigliere regionale Giovanni Zannini, qualora dovessero verificare la possibile riuscita della mancata approvazione del bilancio di previsione. In questo modo Alfonso Golia verrebbe mandato a casa con circa due anni di anticipo e si potrebbe tornare a votare il prossimo anno, quando saranno calendarizzate anche le Politiche. (fra.pa.)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due consiglieri in bilico per il bilancio. Ed i 5 Stelle studiano anche un nuovo candidato a sindaco

CasertaNews è in caricamento