menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cena sociale a Lusciano, l'amministrazione pronta a sporgere querela

Lusciano - "Diciamo basta alle illazioni". Luciano Fattore ed il suo vice Giuseppe Mariniello non ci stanno. L'ennesima accusa, infondata, che arriva dall'opposizione ha mandato su tutte le furie l'amministrazione comunale di Lusciano, che è...

"Diciamo basta alle illazioni". Luciano Fattore ed il suo vice Giuseppe Mariniello non ci stanno. L'ennesima accusa, infondata, che arriva dall'opposizione ha mandato su tutte le furie l'amministrazione comunale di Lusciano, che è pronta a presentare querela alla Procura. "Abbiamo sempre cercato il dialogo con l'opposizione - dicono all'unisono - e, poiché amministriamo, siamo ben consapevoli del fatto che ci esponiamo a delle critiche, purché queste siano costruttive e non oltrepassino il limite del buonsenso. Ma, stavolta, l'opposizione ha superato se stessa e, accusandoci di aver sperperato soldi pubblici e aver invitato amici e amici degli amici alla cena sociale, ha detto una vera e propria eresia. Alle calunnie, perché di calunnie si tratta, risponderemo nelle sedi competenti". Ma procediamo con ordine: all'opposizione non è andata giù la cena sociale, organizzata dall'amministrazione Fattore il 29 dicembre scorso. "Una cena sociale alla quale abbiamo chiamato a partecipare la cittadinanza tutta, che è stata un momento di aggregazione collettiva. Una cena che ha rappresentato l'occasione per stare tutti insieme e che è stata resa possibile, è bene evidenziarlo, solo ed esclusivamente - dichiara Mariniello - grazie agli assessori, ai consiglieri ed a tutti coloro i quali hanno voluto autotassarsi per dare a Lusciano un'occasione di autentica fratellanza. Dispiace che l'opposizione non solo non abbia voluto partecipare ma che, addirittura, getti fango su di un'iniziativa che andrebbe ripetuta più volte durante l'anno". Critiche, anzi, calunnie, alle quali il sindaco Fattore e la sua giunta rispondono e continueranno a rispondere con fatti concreti, nell'esclusivo interesse della comunità amministrata. "Piuttosto che insultarci, - conclude il vice sindaco Mariniello - l'opposizione farebbe bene a confrontarsi, non tanto con noi quanto con la cittadinanza stessa, su proposte concrete. A memoria, in quest'anno di consiliatura trascorsa, non ricordo iniziative costruttive volte a dare un futuro migliore a Lusciano. Ci auguriamo che il nuovo anno porti in consiglio comunale, invece che i soliti ritornelli triti e ritriti, qualcosa di buono per Lusciano e la sua gente che meritano sempre di più e di meglio".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento