menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20110107073422_PASQUARIELLO

20110107073422_PASQUARIELLO

Pasquariello (SeL) denuncia le rapine nei parcheggi del Famila e del Mercatone

Caserta - Continuano le rapine ai danni dei clienti nei parcheggi del Famila e dell'ormai ex-Carrefour; ne è rimasto vittima ieri anche Rosario Pasquariello di San Nicola La Strada, dirigente cittadino e provinciale di Sinistra Ecologia e Libertà...

Continuano le rapine ai danni dei clienti nei parcheggi del Famila e dell'ormai ex-Carrefour; ne è rimasto vittima ieri anche Rosario Pasquariello di San Nicola La Strada, dirigente cittadino e provinciale di Sinistra Ecologia e Libertà. "La tecnica è sempre la stessa: mentre il malcapitato di turno entra nel supermercato per fare la spesa, ignoti bucano una delle 4 gomme dell'auto della vittima. Quando questi si accorge del danno e si accinge a cambiare la ruota o nel parcheggio stesso o lungo la strada di ritorno verso casa, i malviventi acciuffano tutto quello che possono senza che il proprietario dell'auto, impegnato a cambiare la ruota, se ne accorga". È quanto ha denunziato il sannicolese Rosario Pasquariello, dirigente provinciale di Sinistra Ecologia e Libertà. "Conosco perfettamente la dinamica dell'accaduto, sia perché è capitato anche a me" - ha confessato l'esponente vendoliano che è poi andato a denunziare l'accaduto alla locale stazione dei Carabinieri - "sia perché ricordo di aver aiutato una persona anziana a cambiare la gomma che i malviventi avevano appositamente bucato per portare a termine il loro piano. Ciò che sconforta non è tanto il gesto attraverso il quale, nonostante fossi una vittima, provo quasi compassione per chi deve vivere così; quanto piuttosto per l'indifferenza, la semplicità e l'incapacità di risolvere questo problema da parte delle autorità competenti. Ricordo" - ha sottolineato Pasquariello - "come sia i carabinieri, sia il gommista, sia altri clienti sapessero perfettamente la dinamica dell'accaduto essendo questa avvenuta diverse volte. Non capisco perché ci si debba rassegnare a questa cosa e accettare questa situazione piuttosto che fare qualcosa per risolverla. Oltre al danno economico, è davvero una seccatura non essere liberi di fare la spesa a rischio di subire questo inconveniente che aggiunge un'ulteriore perdita di tempo per le denunce varie. Spero che le autorità competenti si muovano a risolvere questa situazione degradante e fastidiosa, o che i suddetti supermercati provvedano almeno loro ad aumentare la vigilanza nei parcheggi. In caso contrario" - ha concluso il dirigente politico - "non esiterei a promuovere un tentativo di boicottaggio delle suddette catene. Ne vale della libertà umana. Non possiamo insistere sempre ad accettare e sopportare questo lato degradante delle nostre terre".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento