menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Prorogati i termini per la sottoscrizione del contratto per la fornitura idrica

Cesa - Prorogati al 31 gennaio 2011 i termini per la sottoscrizione del contratto per la fornitura idrica. L'Amministrazione Comunale, guidata dal sindaco Vincenzo De Angelis, ha chiesto e ottenuto dal Consorzio idrico Terra di Lavoro la proroga...

Prorogati al 31 gennaio 2011 i termini per la sottoscrizione del contratto per la fornitura idrica. L'Amministrazione Comunale, guidata dal sindaco Vincenzo De Angelis, ha chiesto e ottenuto dal Consorzio idrico Terra di Lavoro la proroga dell'apertura dello sportello per la stipula dei contratti per l'installazione dei contatori idrici. "Vista la grande affluenza degli ultimi giorni - ha spiegato il primo cittadino De Angelis -, ci è sembrato opportuno dare ai ritardatari un ulteriore chance per regolarizzare la propria posizione. Colgo l'occasione - ha aggiunto il sindaco - per ringraziare i tanti cittadini che hanno compreso l'importanza di questo intervento e con responsabilità hanno provveduto nei tempi utili alla stipula del contratto per la fornitura idrica. Tuttavia esorto la rimanente parte che non ha ancora regolarizzato la propria posizione a cogliere questa ulteriore opportunità per evitare che dal primo febbraio incorrano in infrazioni spiacevoli". Infatti, dal 1 febbraio 2011 partiranno i controlli per la verifica circa la regolarizzazione dell'erogazione dell'acqua, da tale data saranno ritenuti allacciati abusivamente alla rete tutti coloro che non hanno stipulato il contratto. Questi soggetti rischiano di incorrere sia in sanzioni amministrative che penali. "Come Amministrazione Comunale - ha continuato De Angelis - teniamo a chiarire che la scelta del Consorzio è finalizzata ad agevolare i cittadini ed è ispirati ai principi di legalità, uguaglianza e trasparenza. Oltretutto, come stabilito dalla legge, è importante che i cittadini paghino quanto effettivamente consumato. Questa modalità - ha spiegato il sindaco - consente di non sprecare l'acqua che è un bene prezioso. Anche perché noi riteniamo che il risparmio idrico è rispetto per l'ambiente e senso civico. Infine - ha chiosato - attraverso la gestione del Consorzio, che è un ente a totale capitale pubblico, difendiamo il valore dell'acqua pubblica, sottraendo questo bene primario a qualsiasi mercificazione". L'Amministrazione Comunale tiene inoltre a precisare che la scelta del Consorzio Idrico Terra di Lavoro non è una scelta azzardata, ma una soluzione ponderata frutto di indagini di mercato e di valutazioni di esperienze positive. Infatti, il Consorzio è presente alle stesse condizioni contrattuali in 37 comuni della Provincia di Caserta, dove i cittadini valutano correttamente la gestione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento