menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'Udc cittadino replica alle dichiarazioni di Carlo Marino

Caserta - In merito alle dichiarazioni rese dal candidato sindaco di Caserta della coalizione di centrosinistra, Carlo Marino, ad alcuni organi di stampa, i commissari Cittadini dell'UDC, Giuseppe Greco, Emiliano Casale e Maurizio Dello Stritto...

In merito alle dichiarazioni rese dal candidato sindaco di Caserta della coalizione di centrosinistra, Carlo Marino, ad alcuni organi di stampa, i commissari Cittadini dell'UDC, Giuseppe Greco, Emiliano Casale e Maurizio Dello Stritto, evidenziano quanto segue:"Innanzitutto, va precisato che non ci potremmo mai trovare dalla sua stessa parte. Inoltre, gran parte dei casertani e una buona fetta di elettori del Pd non si sentono rappresentati da lui. Non possiamo non ricordare, poi, che il candidato sindaco del centrosinistra è stato assessore al comune di Caserta in quota Forza Italia ed era uno dei maggiori interpreti dell'ortodossia berlusconiana. Ha lasciato Fi e il centrodestra solo perché gli è stata negata la candidatura a sindaco di Caserta e, pur di raggiungere tale obiettivo personale, ha cambiato coalizione, approdando con disinvoltura nel Partito Democratico, approfittando delle enormi difficoltà che ormai da tempo riguardano il centrosinistra casertano. Non si può fare a meno, poi, di notare il carattere populista e demagogico dei suoi discorsi in questo inizio di campagna elettorale. Da assessore, e quindi da amministratore della città di Caserta, ha dimostrato di essere molto poco interessato alla partecipazione dei cittadini ai processi decisionali. Marino, poi, non si è preoccupato minimamente, da assessore ai Lavori Pubblici, di prevedere opere che lasciassero qualcosa di utile e tangibile per la città.In questi giorni, poi, il candidato sindaco del centrosinistra sta parlando di discontinuità rispetto al sindaco Petteruti, nel disperato tentativo di non farsi fagocitare dalle negatività di questa Amministrazione. Gli ricordiamo di essersi candidato alle primarie con il simbolo del Pd (e non in una lista civica), vale a dire nel centrosinistra, ovvero nell'ambito della coalizione che attualmente governa la città di Caserta. Fatte, per amore della verità, queste dovute precisazioni, da questo momento in poi non replicheremo più alle sue bugie e ai suoi tentativi di abbindolare i casertani, che non dimenticano e che sanno perfettamente che le bugie hanno le gambe corte. Se qualcun altro fa registrare un po' di timidezza, noi non abbiamo nessun problema e facciamo il nostro dovere, nel ricordare ai cittadini la storia di questo signore, che non può permettersi di parlare di "rinnovamento" e "discontinuità". Sappiamo anche che queste cose le avrebbe già dovute ricordare a questo candidato chi lo conosce molto meglio di noi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento