menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gassificatore, Partito Democratico: 'Arrivano i rifiuti'

Marcianise - Il Sindaco Antonio Tartaglione e la sua Giunta, di concerto con il Presidente della Provincia Domenico Zinzi, hanno deciso di far installare a Marcianise un impianto di gassificazione. La parola gassificatore, che denota appunto un...

Il Sindaco Antonio Tartaglione e la sua Giunta, di concerto con il Presidente della Provincia Domenico Zinzi, hanno deciso di far installare a Marcianise un impianto di gassificazione. La parola gassificatore, che denota appunto un impianto di gassificazione, potrebbe trarre in inganno in quanto lo stesso viene definito dal Sindaco "a impatto ambientale zero". Si tratta, al contrario, di un impianto che brucerà nove milioni di quintali di rifiuti l'anno, provenienti da gran parte della provincia di Caserta e sulla cui efficacia e sicurezza si sollevano infiniti dubbi, tanto che in molti paesi europei detti impianti sono stati smantellati o sono in fase di smantellamento. Altro che impatto ambientale zero. Un fulmine a ciel sereno. Sconcerta il drastico cambio di rotta della maggioranza di centro destra che anche in campagna elettorale aveva affermato che sul nostro territorio, già circondato da impianti ad altissimo impatto ambientale, non dovevano essere allocati impianti inquinanti. Infatti, il candidato Sindaco nel suo programma elettorale riferiva : "uno studio sull'impatto sanitario dei rifiuti nei comuni delle province di Napoli e Caserta, commissionato dalla Protezione Civile alla Organizzazione Mondiale della sanità (OMS), ha confermato la presenza di rischi elevati di mortalità per varie cause e malformazioni congenite". E solo un anno fa ancora pubblicamente affermava: " non smetteremo di essere attenti e vigili, e qualora si profilino all'orizzonte iniziative potenzialmente dannose, non esiteremo ad adottare provvedimenti drastici".

Solo demagogiche e spregiudicate promesse elettorali! La verità è che il Sindaco di Marcianise è prigioniero del sistema di potere del suo capo! Pur di risolvergli qualche problema a livello provinciale preferisce avvelenare la nostra città, smentendo se stesso e le sue convinzioni. La città non è stata informata di questa sciagurata decisione; gravissima è la disinformazione che l'amministrazione sta diffondendo. E' necessaria una mobilitazione dei cittadini, dei partiti, delle associazioni per scongiurare quanto silenziosamente già deciso sul nostro futuro.
Trattare nove milioni di quintali di rifiuti ogni anno sul nostro territorio è un'azione gravissima, che la nostra città non può sopportare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Nel casertano nuova impennata delle vittime del Covid: 15 in 24 ore

  • Cronaca

    Caserta ancora 'leader' per i vaccini: somministrate 194mila dosi

  • Attualità

    Macrico, 3 parlamentari M5s: "Ci batteremo per l'inedificabilità"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento