menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tesseramento Pd al via

San Marco Evangelista - "Gabriele ha potuto constatare la lealtà, la vicinanza ed il più totale sostegno di noi ormai ex amministratori e di tutto il partito". E' Aniello Di Maio, tra i consiglieri leali all'ormai ex sindaco Zitiello, a raccontare...

"Gabriele ha potuto constatare la lealtà, la vicinanza ed il più totale sostegno di noi ormai ex amministratori e di tutto il partito". E' Aniello Di Maio, tra i consiglieri leali all'ormai ex sindaco Zitiello, a raccontare la grossa partecipazione, emotiva e di pubblico, dell'assemblea che si è tenuta lunedì sera nel Pd, con il commissario provinciale Ciro Cacciola, il responsabile nazionale dell'organizzazione Nico Stumpo, i due parlamentari Stefano Graziano e Pina Picierno, il capogruppo alla Provincia Giuseppe Stellato. "Il partito si è espresso chiaramente: i tre traditori sono fuori dal Pd e Gabriele Zitiello si può ritenere già in campagna elettorale come candidato sindaco del Pd". E continua: "Abbiamo subito un atto ignobile, una vigliaccata condannata da tutti. Questi signori hanno tolto al paese un'Amministrazione che lavorava bene, che faceva le cose. Ora il paese per colpa loro subirà i danni del commissariamento. E perché? Parlano di sindaco accentratore? Io posso dire che il sindaco nelle due deleghe conferitemi mi ha sempre lasciato ampia autonomia; anzi voglio anche ringraziare pubblicamente gli uffici, con l'ingegnere Ciaramella, il dipendente Mario Pascariello e i due addetti al cimitero, per la preziosa e sinergia collaborazione. Parlano di sindaco accentratore proprio quelli che avevano le deleghe più importanti, quelli che al comune venivano con il panino in tasca per non allontanarsi neanche a pranzo o che si chiudevano nei loro uffici ad ore intere senza neanche degnarsi di andare a salutare gli altri. Sostengono che il sindaco non voleva fare il Puc? Io non so se hanno fatto incontri in riservata sede o se forse così li volevano fare, ma di certo posso dire che davanti a me, in una riunione dell'intera maggioranza, il sindaco e tutto il gruppo aveva dato mandato all'assessore all'Urbanistica di procedere come voleva, a condizione che ci portasse tecnici competenti che supportassero le sue ragioni. Una settimana dopo, lui e i suoi amici erano dal notaio".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

social

Un grave lutto colpisce il pizzaiolo Francesco Martucci

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Tasso positività schizza al 14%, nel casertano 276 nuovi casi

  • Attualità

    Ergastolo ostativo cancellato. "Così la camorra ha vinto"

  • Cronaca

    Contagi troppo alti, scuole chiuse un'altra settimana

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento