menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20101115054139_letizi-bernardini-giaquinto-zampella

20101115054139_letizi-bernardini-giaquinto-zampella

Carcere, Rita Bernardini presenta interrogazione al Ministro Alfano ed al Ministro Fazio

Carinola - A seguito della visita al carcere di Carinola effettuata il 23 ottobre 2010 da Rita Bernardini , deputata radicale eletta nelle liste del PD, membro della Commissione Giustizia della Camera dei Deputati, dall'avvocato Michele Capano...

A seguito della visita al carcere di Carinola effettuata il 23 ottobre 2010 da Rita Bernardini , deputata radicale eletta nelle liste del PD, membro della Commissione Giustizia della Camera dei Deputati, dall'avvocato Michele Capano , segretario dell'associazione radicale salernitana "Maurizio Provenza" , e dal dott. Francesco Giaquinto, presidente dell'associazione radicale casertana "Legalità e trasparenza", l'onorevole ha presentato una interrogazione a risposta scritta al Ministro della Giustizia ed al Ministro della Salute.
Nel testo , che si allega integralmente, si evidenziano le problematiche riscontrate nel carcere in oggetto.In primis, il sovraffollamento ( 367 detenuti su 332 posti disponibili) e la carenza di agenti di polizia penitenziaria ( 211 in servizio su una pianta organica di 250 ).
La presenza , inoltre, di 160 ergastolani , sistemati in cella con altri detenuti ed ai quali è spesso negato l'accesso al lavoro obbligatorio, il tutto in violazione dell'articolo 22 del codice penale.Infine , condizioni igienico-sanitarie molto difficili , sia per la presenza del WC a vista in alcune celle , sia sotto il profilo dell'approvvigionamento dei farmaci e della tempestività delle visite mediche specialistiche.

Francesco Giaquinto , presidente dell'associazione radicale "Legalità e Trasparenza", dichiara: "La visita al carcere di Carinola si inserisce nel Satyagraha nonviolento per risvegliare l'anima della democrazia che Marco Pannella sta conducendo , attraverso una sciopero della fame , dal 2 ottobre scorso e che ha tra i suoi obiettivi la Giustizia e le carceri italiane, diretta riproposizione sociale, morale, istituzionale della Shoah. Riproposizione, anche formale, di una orrenda verità letteralmente accecante, totalmente cieca. Mi auguro che i ministri interessati da questa interrogazione forniscano delle risposte in tempi rapidi , per risolvere definitivamente i problemi emersi nel carcere casertano.
Nella foto da sinistra verso destra Domenico Letizia, Rita Bernardini, Francesco Giaquinto e Gianroberto Zampella nella scorsa conferenza stampa nella sede di Via Cesare Battisti,69 a Caserta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Tasso positività schizza al 14%, nel casertano 276 nuovi casi

  • Attualità

    Ergastolo ostativo cancellato. "Così la camorra ha vinto"

  • Cronaca

    Contagi troppo alti, scuole chiuse un'altra settimana

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento