menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Presidente Paolo Romano su Tavolo consultazione rifiuti

Napoli - Normativa, impiantistica, raccolta. Sono quei i tre temi sui quali verteranno le prossime riunioni del Tavolo tecnico permanente di consultazione interistituzionale sul ciclo integrato dei rifiuti in Campania che ha tenuto oggi la sua...

Normativa, impiantistica, raccolta. Sono quei i tre temi sui quali verteranno le prossime riunioni del Tavolo tecnico permanente di consultazione interistituzionale sul ciclo integrato dei rifiuti in Campania che ha tenuto oggi la sua prima riunione presso la "Sala Caduti di Nassyria" del Consiglio regionale della Campania. A darne notizia, a margine della riunione odierna, è stato il Presidente del Consiglio Regionale della Campania, Paolo Romano che ha annunciato per lunedì prossimo la convocazione del Tavolo tecnico sull'analisi delle normativa vigente."In quella sede, - ha spiegato il presidente Romano - pur nella consapevolezza dell'impossibilità di poter modificare le norme nazionali sulla provincializzazione del ciclo rifiuti, andremo a discutere e a valutare la possibilità di attuare un sistema di 'provincializzazione solidale' da attuare anche attraverso la previsione di meccanismi di compensazione per quei territori che in qualche modo esprimeranno la loro disponibilità a sostenerlo"."Quanto agli altri temi, - ha poi aggiunto Romano - mentre per ciò che riguarda la gestione degli impianti dovranno essere, come previsto dalla legge, le Province a doversene far carico, per ciò che attiene la raccolta dei rifiuti andremo a ragionare sull'ipotesi di soluzioni autonome da parte delle Province che, a loro volta, potrebbero affidare il compito ai singoli comuni"."Con la prima riunione del Tavolo, - ha tenuto a sottolineare il presidente Romano - è stato compiuto un importante passo avanti su di un percorso che non è più procrastinabile: la politica deve avere capacità di assumere con grande convinzione delle scelte precise, scelte da trasferire in maniera condivisa ma persuasiva sui territori abbandonando una volta e per tutte quella logica del no che oggi scontiamo pesantemente"."Oggi abbiamo riunito per la prima volta intorno ad un tavolo quanti, a diverso titolo, hanno importanti responsabilità istituzionali e, per la prima volta, - ha aggiunto Romano - si è cominciato tutti insieme, al di là degli steccati dell'appartenenza politica, a disegnare una prima strategia condivisa da trasferire poi in concreto sui territori".
"E' un fatto nuovo ed importante, che testimonia come sia stata recepita l'urgenza del problema anche e soprattutto da parte dell'intero Consiglio Regionale che - ha concluso - ha manifestato dunque la più ampia disponibilità ad adottare tempestivamente tutti quei provvedimenti necessari a risolvere, al fianco dei cittadini, tutte le questioni sul tappeto a partire dal superamento risolutivo delle attuali criticità con l'obiettivo di consegnare alla Campania un'impostazione di prospettiva, adeguata e sostenibile dell'intero ciclo dei rifiuti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Tre bambini contagiati, il sindaco chiude 2 scuole

  • Cronaca

    Tragedia nella frazione: 40enne trovata morta in casa

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento