menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20091230055314_grieco

20091230055314_grieco

Frigo e tv, luned raccolta straordinaria di ingombranti

San Marco Evangelista - Una raccolta straordinaria di ingombranti di tipo RAEE (acronimo di rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche) sarà effettuata lunedì 25 ottobre prossimo, dalle ore 8 alle ore 12. A darne notizia l'assessorato...

Una raccolta straordinaria di ingombranti di tipo RAEE (acronimo di rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche) sarà effettuata lunedì 25 ottobre prossimo, dalle ore 8 alle ore 12. A darne notizia l'assessorato all'Ambiente guidato da Alessandro Grieco attraverso gli uffici del settore NU coordinato dall'architetto Maurizio Cante. Saranno in particolare oggetto di raccolta straordinaria due delle tipologie di rifiuti Raee, ovvero frigoriferi e televisori.

Gli utenti che hanno tali ingombranti da differenziare possono prenotarsi per il ritiro a domicilio (è sufficiente telefonare al numero 0823-454646) oppure potranno recarsi direttamente nella giornata di lunedì, negli orari prestabiliti, alla piazzola di raccolta di via Fabbrica, nei pressi del campo sportivo comunale. Una raccolta straordinaria di apparecchi televisivi fu già organizzata dal Comune in occasione del passaggio al digitale terreste, un'iniziativa che fu particolarmente apprezzata e che riuscì ad evitare i cumuli di vecchie tv che in quel periodo affollavano le periferie dei comuni del casertano.
L'iniziativa di lunedì rientra nella costante attività svolta dall'assessorato e dagli uffici per garantire un servizio efficiente di raccolta differenziata porta a porta, servizio partito nel giugno 2008 (subito dopo l'insediamento dell'Amministrazione targata Gabriele Zitiello) e che ha fatto subito diventare San Marco tra i Comuni virtuosi. "Diventa però sempre più difficile - denuncia Alessandro Grieco - mantenere gli alti livelli di differenziata. Contrariamente ai proclami del governo nazionale è chiaro che l'emergenza in Campania non è finita. Bisogna operare su due fronti: da un lato i cittadini non devono mai abbassare i livelli di attenzione e sensibilizzazione, dall'altro è necessario che, in un più delineato quadro di provincializzazione, siano ridefiniti gli spazi di competenza e di responsabilità dei singoli comuni".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento