menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Schifone: 'Ccommissario ad acta per non perdere 80milioni di euro per recupero patrimonio edilizio' napoletano

Napoli - "Diciamolo con franchezza, il solo pensiero che il comune di Napoli possa perdere fondi ministeriali per realizzare interventi di edilizia residenziale pubblica nell'area del comune di Napoli, rivenienti da un accordo di programma...

"Diciamolo con franchezza, il solo pensiero che il comune di Napoli possa perdere fondi ministeriali per realizzare interventi di edilizia residenziale pubblica nell'area del comune di Napoli, rivenienti da un accordo di programma risalente al 1993, fa davvero rabbia. E' la dimostrazione più lapalissiana di quanto fosse virtuale il cosiddetto rinascimento napoletano di bassoliniana memoria, prima, e dell'assoluto immobilismo dell'amministrazione Iervolino, dopo".
A sostenerlo è il consigliere comunale del Pdl, Luciano Schifone. "Gli 80 milioni di euro residui di quell'accordo - continua - non vanno assolutamente perduti e non si può che guardare con fiducia all'intervento della Regione Campania, che insieme al ministero delle Infrastrutture ed al Comune di Napoli, ha siglato un nuovo accordo di programma, proprio nella speranza di non perdere quelle risorse, che da un lato possono essere utili per mettere a punto un programma di recupero urbano in aree degradate e dall'altro a recuperare quella parte di patrimonio immobiliare comunale che avrebbe dovuto essere dismesso, ma che è ancora rimasto nella titolarità di Palazzo San Giacomo, perché le sue condizioni non ne hanno consentito la vendita. E questo senza parlare, dell'opportunità che esse potrebbero offrire al rilancio del comparto edilizio partenopeo". "Certo - conclude Schifone - i tempi non sono lunghissimi ed il rischio che, dovendo predisporre i relativi bandi entro il 31/10/2010, che il comune non sia in grado di ottemperare all'impegno non è poi così peregrino. A quel punto sarà più che giusto e legittimo, e nessuno potrà gridare allo scandalo, la nomina di un "commissario ad acta" per fare ciò che il comune non sarà stato in grado di realizzare".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Attualità

Una alunna positiva al coronavirus: tornano in Dad due classi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento