menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sinistra Ecologia Libert: 'Piena solidariet quindi agli operai della Firema'

Caserta - "Per l'ennesima volta le reazioni all'azione disperata degli operai della Firema sembrano improntate all'emergenza ed alla straordinarietà. Sembra che nessuno conosca la situazione in cui versa il sistema industriale Casertano (peggio di...

"Per l'ennesima volta le reazioni all'azione disperata degli operai della Firema sembrano improntate all'emergenza ed alla straordinarietà. Sembra che nessuno conosca la situazione in cui versa il sistema industriale Casertano (peggio di altri) e più in generale quello Italiano.Non si conoscono le ragioni di un fallimento ed ancora una volta nessuno sembra sapere chi abbia le responsabilità in tutta questa storia.
Eppure parliamo di una società che in passato ha avuto tutto il sostegno dell'ass. Ragionale Cascetta e che si è vista assegnare appalti per milioni di euro.Sono arrivati in azienda fondi per la produzione e per la formazione.
Eppure ora il commissario si dice costretto allla chiusura se non dovessero arrivare i fondi regionali.
Non sarà questo il caso, essendo lo stesso ben più grave a nostro parere, visto che c'è tanto ancora da capire sull'utilizzo dei finanziamenti già percepiti dall'azienda ma l'impressione è che siamo per l'ennesima volta al ricatto. In Italia questo sistema ormai è diffusissimo. I consigli di amministrazione continuano a percepire migliaia di euro l'anno, portano avanti gestioni fallimentari legate ai mutamenti politici e poi presentano il conto. Minacciano di mandare per strada migliaia di famiglie, consapevoli di buttare nel baratro l'intero indotto, se l'amministrazione pubblica non si mostra immediatamente disposta a versare nelle casse dell'azienda milioni di euro. Dei contribuenti.
Persino in America, patria del liberismo, Obama ha chiesto cessioni temporanee di quote sociali in cambio di finanziamenti pubblici.

Il sistema industriale Casertano è malato se è possibile più di quello nazionale. Invitiamo i politici che rappresentano il centro sinistra in parlamento, in consiglio regionale ed in consiglio provinciale ad aprire immediatamente un tavolo per portare una proposta unitaria in consiglio regionale ed in parlamento. Fughe in avanti, ai soli fini elettorali non risolverebbero la drammatica situazione delle famiglie dei lavoratori dell'intero indotto ferroviario. Non basta una pezza a colori, Caserta ha bisogno di un piano industriale serio che veda coinvolti tutti gli attori in campo.
Piena solidarietà quindi agli operai della Firema per i quali bisogna chiedere un intervento immediato non solo a Caldoro ma anche al ministro dello sviluppo, se l'Italia ha un ministro dello sviluppo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento