menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Centrosinistra, Sinistra e Libert punta dritta verso le primarie

Caserta - La città di Caserta negli ultimi 15 anni ha scalato all'inverso tutte le classifiche fatte dai principali quotidiani nazionali ed istituzioni che misurano il grado di vivibilità dei nostri comuni. Quando l'attuale Amministrazione...

La città di Caserta negli ultimi 15 anni ha scalato all'inverso tutte le classifiche fatte dai principali quotidiani nazionali ed istituzioni che misurano il grado di vivibilità dei nostri comuni.
Quando l'attuale Amministrazione Comunale è stata eletta, molti di noi si erano illusi della possibilità di risalire quelle classifiche. Il risultato di anni di governo cittadino di centro sinistra è sotto gli occhi di tutti. E' inutile fare la lista delle cose che in città non vanno. Caserta è in grado di trainare la nostra martoriata Provincia? Possiamo definirci ancora città capoluogo?
In questi giorni in città e sui principali quotidiani locali non si fa altro che parlare di primarie ma la discussione si ferma ad un mero toto-nome dei possibili candidati.
Sinistra Ecologia e Libertà ritiene le primarie una cosa seria. Le primarie servono a scegliere IN MANIERA DEMOCRATICA un leader in grado di guidare una coalizione alla vittoria nel paese, nelle regioni, nelle province, nelle città. Purtroppo però a Caserta abbiamo ancora nella memoria il precedente delle Primarie del 2006. Per il centro-sinistra cittadino questo strumento democratico è diventato un modo per rimescolare le carte, dando già per acquisito il nome del vincitore (grazie ai suoi "pacchetti di voti").
SEL Caserta propone a tutte le forze del centrosinistra cittadino di fare chiarezza e di ragionare su tematiche precise:

convocare un tavolo che discuta della costruzione di metodologie serie, trasparenti e condivise, in modo da garantire la democraticità delle Primarie ragionare in merito alla "carta d'identità politica" dei candidati alle primarie. E' necessario dare un taglio netto e definitivo al passato. E' auspicabile che i candidati alle prossime primarie non abbiano avuto nulla a che fare con le amministrazioni che negli ultimi anni si sono succedute.
Un percorso condiviso sulle primarie è possibile solo dopo una discussione seria, un ragionamento sui programmi, tenendo però a mente che i tempi sono stretti ed è necessario dare ai candidati la possibilità di costruire il proprio viaggio verso le prossime elezioni che hanno il sapore per Caserta di "ultima spiaggia".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento