menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Destituzione da incarico per Del Monaco, lettera di protesta a Cacciola

Caserta - "Le dinamiche di un Partito si nutrono di confronti, aspri se sivuole, ma sempre ispirati alla ricerca di sintesi e di proiezioni in divenire.Nei mesi passati , il P.D. Casertano si è trovato all'interno di conflittualitàdi difficile...

"Le dinamiche di un Partito si nutrono di confronti, aspri se sivuole, ma sempre ispirati alla ricerca di sintesi e di proiezioni in divenire.Nei mesi passati , il P.D. Casertano si è trovato all'interno di conflittualitàdi difficile composizione, in un momento in cui una vera diaspora ne indebolivai ranghi.
Come purtroppo spesso accade, le difficoltà, piuttosto che facilitareed incoraggiare la coesione, hanno costituito un monte critico che ha resoopportuno l'insediamento di una figura commissariale. Commissariamento daintendersi come elemento catalizzatore, funzionale alla ricerca di equilibristabili, con la mission di giungere nel breve alla celebrazione di un congressopartecipato, fondato su un tesseramento ineccepibile e destinato alla nascitadella dirigenza provinciale del P.D. casertano.
Questa ci sembrava dovesse essere la Sua funzione. In verità, inquesti mesi, piuttosto che verificare una ripresa delle attività legate allapresenza ed alla visibilità del nostro Partito sul territorio, abbiamoriscontrato da parte Sua tutta una serie di iniziative che, a nostro modo divedere, poco o nulla hanno a che fare con la funzione che Lei era statachiamata ad assumere con il commissariamento.
Ci riferiamo alla ben nota vicenda del Sig. Felice Del Monaco (punto diriferimento storico, più che ventennale, del nostro Partito) da Lei rimosso d'imperio dalle sue funzioni con motivazioni incomprensibili ed incondivisibili.Siamo sorpresi e sconcertati, anche per le modalità attraverso cui una personada sempre al servizio del Partito sia stata epurata. Così, di punto in bianco,senza motivazioni.
Le facciamo notare che il Sig. Del Monaco occupava legittimamente lacarica di responsabile amministrativo del Partito, essendo stato a ciò prepostodalla precedente assemblea congressuale. Come se non bastasse, apprendiamo (daigiornali) di una Sua decisione di trasferire il nostro Partito nella ex sededei DS di Via Maielli.
Anche questa decisione ci appare autocratica ed incondivisibile.Lapalissiano concludere che il ruolo di commissario viene da Lei spinto benoltre l'ordinaria amministrazione. Dopo l'assise all' Hotel Vanvitelli, delluglio scorso, ci saremmo aspettati un colpo di reni. Purtroppo dobbiamorenderci conto che il Partito è fermo o che, se si muove, sembra esserediventato unidirezionale.

Tutto questo non facilita la sintesi, aumenta le diffidenze e non aiutaa costruire percorsi futuri che, per poter funzionare, necessitano di fortecondivisione e di indiscutibile attitudine alla collaborazione. Ilconservatorismo finalizzato al mantenimento di rendite di posizione certo nonsi concilia con la indispensabile dinamica che un neonato partitorichiede".
Seguono le firme di dirigenti, amministratori e militanti del PD

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento