menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Assessore De Lucia sulla partecipazione alla sfilata della Macchina di Santa

Nola - "Una delle tradizioni storiche più straordinarie d'Italia, insieme ai Ceri di Gubbio, i Gigli di Nola, la Varia di Palmi e i Candelieri di Sassari. Tradizioni ben radicate, con radici storiche caratterizzanti, che fanno ben sperare nel...

"Una delle tradizioni storiche più straordinarie d'Italia, insieme ai Ceri di Gubbio, i Gigli di Nola, la Varia di Palmi e i Candelieri di Sassari. Tradizioni ben radicate, con radici storiche caratterizzanti, che fanno ben sperare nel riconoscimento Unesco".
Ha commentato così l'Assessore ai Beni Culturali del Comune di Nola, Maria Grazia De Lucia, la sfilata della Macchina di Santa Rosa di Viterbo all'indomani della omonima manifestazione cui lei stessa ha partecipato insieme ad una folta delegazione cittadina. Una kermesse che segna un ulteriore passo delle feste delle Macchine a spalla verso il sigillo blu. Tra il pubblico d'eccezione infatti, quest'anno, come è successo lo scorso 27 giugno per i Gigli di Nola, presente a Viterbo insieme ai rappresentanti delle città gemellate e alla coordinatrice della rete, Patrizia Nardi, anche il delegato Unesco, il prof. Francisco Morales Lopez, giunto a Viterbo per approfondire le radici storiche, culturali ed etno-antropologiche della manifestazione e stabilire se sussistano i requisiti per proclamarlo patrimonio culturale dell'umanità.
Viva soddisfazione è stata espressa da tutti per il lavoro svolto sino ad ora e per le parole di fiducia pronunciate da Lopez nel rimarcare l'importanza del progetto e la necessità di unione in questo momento.

"Siamo sulla buona strada - ha sottolineato Lopez - sappiate che io ci sarò sempre, il mio sarà un impegno deciso e ben preciso per la promozione e valorizzazione di questo immenso patrimonio che accomuna le singole realtà e che merita la massima attenzione".
"Tradizioni, immagini e valori - ha continuato Maria Grazia De Lucia - che da sempre promuovono la meraviglia italiana coniugando arte, musica e poesia in strutture maestose che ammaliano, affascinano ed emozionano. E vedere una così folta partecipazione di nolani a Viterbo è sinonimo di grande coinvolgimento all'interno di un progetto comune che vede vicine Nola, Sassari, Gubbio, Palmi e la stessa Viterbo. Un progetto che sta andando avanti a piccoli ma significativi passi e che vedrà il suo culmine il prossimo 31 marzo, termine ultimo entro il quale bisognerà presentare tutta la documentazione necessaria per la richiesta di candidatura. Il lavoro è tanto, l'impegno pure ma la speranza e la fiducia superano al momento ogni barriera. Senza sbilanciarmi - ha concluso De Lucia - , credo proprio che il 2011 sarà un anno ricco di sorprese e novità tese al rilancio dell'immagine della nostra amata festa".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
  • Incidenti stradali

    Scooter contro auto, muore ragazzo di 17 anni

  • Cronaca

    Arrestato il consigliere comunale Danilo D'Angelo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento