menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100906143209_capodrise_zinzi

20100906143209_capodrise_zinzi

Zinzi lancia Liquori: Nel 2011 a Capodrise un sindaco di centro

Capodrise - "Vi saluto con due impegni e una speranza". Domenica pomeriggio, Domenico Zinzi ha partecipato alla seconda edizione della "Festa dell'Amicizia", organizzata dal centro studi «Alcide De Gasperi» di Capodrise. Il presidente della...

"Vi saluto con due impegni e una speranza". Domenica pomeriggio, Domenico Zinzi ha partecipato alla seconda edizione della "Festa dell'Amicizia", organizzata dal centro studi «Alcide De Gasperi» di Capodrise. Il presidente della Provincia si è sottoposto ad un'intervista pubblica condotta dal giornalista Claudio Coluzzi. L'incontro è avvenuto al parco «Gianni Rodari», teatro naturale della manifestazione. "Mi impegno - ha dichiarato Zinzi, nel congedarsi da una platea gremita - a realizzare un istituto superiore su questo territorio e a migliorare la viabilità, soprattutto quella alternativa a viale Carlo III, ormai congestionato». Quanto alla speranza, «auspico l'unione di tutti i moderati e vorrei - ha affermato - che nel 2011 Capodrise avesse un sindaco del Partito della Nazione». Tanti i temi trattati dall'esponente dell'Unione di Centro in oltre un'ora di confronto serrato: dal rapporto con gli alleati del Popolo della Libertà all'emergenza rifiuti, dall'università alla drammatica storia di Sakineh Mohammadi Ashtiani. «Dopo un avvio difficile - ha esordito Zinzi, parlando del Pdl -, oggi c'è grande sintonia con la giunta, che giudico da 10 e lode, e con la maggioranza». Sull'aumento delle tariffe il presidente della Provincia è stato durissimo con il centrosinistra. «Solo speculazione politica - ha detto - da parte di chi, tra l'altro, ha generato il problema. L'incremento delle tariffe era inevitabile, perché, c'è poco da fare, rappresenta la somma dei costi. Mi meraviglio - ha aggiunto - che un sindaco di un Comune vicino, che è stato presidente del consorzio unico, queste cose faccia finta di non saperle e aizzi uno sparuto gruppo di suoi colleghi contro la Provincia». Quando, poi, il discorso è scivolato sull'università e sul nome da dare all'ateneo casertano, Zinzi è stato lapidario: «Non può che chiamarsi Università degli Studi di Caserta. Spero che i presidi siano d'accordo con me». L'intervista a Zinzi, che sul finale ha ricevuto da Grazia Giaquinto la tessera di socio onorario del "De Gasperi" e un quadro dell'artista Andrea Martone, ha chiuso l'edizione 2010 della «Festa dell'Amicizia». Poiché, quest'anno, il tema della manifestazione era la città, il "De Gasperi" si è fatto promotore di una tavola rotonda, dal titolo "I cattolici in politica, idee, riflessioni e proposte per un'alternativa moderata a Capodrise", per discutere della città dell'imminente futuro e del ruolo che i cattolici svolgeranno alle Comunale del 2011. Il dibattito, che si è svolto sabato sera, cui hanno partecipato Sossio Colella, Angelo Andrea Cecere e Giuseppe Ianniello Del Bene, «è stato l'occasione - ha rivelato Gaetano Argenziano - per verificare se esistono le basi politiche e programmatiche per costituire un grande centro, che funga da polo attrattore dei moderati. Un elettorato che Capodrise oggi non hanno riferimenti nel consiglio comunale, pur rappresentando - ha concluso - l'anima maggioritaria della comunità». Ospite d'onore di quest'anno, Rocco Buttiglione, in città venerdì sera. Il vicepresidente della Camera, che dal 10 al 12 settembre sarà a Chianciano per presiedere il «Laboratorio di idee» per il nascente Pdn, si è intrattenuto sui grandi tema della politica nazionale. «A sinistra il solito caos - ha ironizzato -, a destra la guerra di scoop che sta intossicando la dialettica parlamentare». Per il presidente nazionale dell'Udc il voto anticipato potrebbe essere «una buona possibilità per il partito». Numerosi sondaggi, secondo Buttiglione, «individuano ormai da tempo un'area elettorale, che va dal 15 fino al 30%, stanca dell'attuale bipolarismo, convoglierebbe il proprio voto in una terza coalizione».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

social

Un grave lutto colpisce il pizzaiolo Francesco Martucci

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento