menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incontro Consorzio Unico Na-Ce, Provincia e Gisec

Caserta - Ieri mattina, presso la Direzione Generale della Provincia di Caserta, c'è stato un incontro tra i rappresentanti del Consorzio Unico di Bacino Napoli - Caserta, nelle persone del commissario liquidatore dott. Gianfranco Tortorano, del...

Ieri mattina, presso la Direzione Generale della Provincia di Caserta, c'è stato un incontro tra i rappresentanti del Consorzio Unico di Bacino Napoli - Caserta, nelle persone del commissario liquidatore dott. Gianfranco Tortorano, del direttore generale avv. Francesco Goglia, della dott.ssa Anna Maria Del Vecchio, del dott. Isidoro Perrotta, degli arch. Biagio Vagliviello e Elpidio Maesto, della Gisec spa, nella persona dell'Amministratore Unico, dott. Felice Di Persia e della Provincia di Caserta, nelle persone dell'assessore all'ambiente, prof.ing. Umberto Arena, del direttore generale dott. Raffaele Picaro e dei dirigenti, ing. Paolo Madonna, dott. Aniello De Sarno.

Tutti i presenti hanno subito sottolineato la necessità di operare rapidamente ed in piena collaborazione per concludere entro la fine del mese di settembre le operazioni di subentro alle attività attualmente in affido temporaneo al Consorzio Unico per conto della Provincia di Caserta. La Provincia di Caserta, nel ribadire ulteriormente tale volontà, ritiene indispensabile che siano completati due passaggi essenziali: il Consorzio Unico deve fornire in tempi brevissimi schede tecniche esaustive per ciascuno dei siti e/o impianti che gestisce per conto della Provincia di Caserta. Tali schede, per consentire alla Provincia di Caserta e alla Gisec le dovute valutazioni gestionali, dovranno contenere tutte le informazioni relative ai siti e agli impianti assieme ai dati inerenti il personale ivi impegnato, con l'indicazione delle relative funzioni e livelli di inquadramento, e dei contratti in essere per la gestione degli stessi. A tal fine si conviene, per accelerare il processo di trasmissione delle informazioni, che entro lunedì 30 agosto 2010 il Consorzio trasmetterà per via elettronica al Settore Ecologia della Provincia uno schema di format da impiegare nella procedura.In secondo luogo, contestualmente alla trasmissione delle informazioni, il Consorzio Unico invierà una proposta di programma di sopralluoghi tecnici su ciascuno dei siti interessati, che verrà poi approvato dalla Provincia e dalla Gisec. Tale programma deve prevedere la conclusione dei sopralluoghi intorno alla metà del mese di settembre, in modo da consentire il subentro effettivo entro il termine di legge, fissato per il prossimo 30 settembre.Con riferimento alla paventata "emergenza percolato", le parti hanno concordato che al momento non esistono situazioni di imminente pericolo per i comparti ambientali, pur sussistendo una situazione di "criticità" che deve essere affrontata in tempi brevi. Il Consorzio Unico, infatti, riporta che la situazione debitoria nei confronti delle ditte di trattamento del percolato, segnatamente la CCS di Benevento e la Sida di Lamezia Terme, impedisce ai trasportatori di avere accesso ai suddetti siti di trattamento. Ciò potrebbe impedire, in occasione di forti piogge, lo smaltimento del percolato che si produrrebbe. La Provincia ribadisce l'assoluta sensibilità al problema e ha proposto un incontro, fissandolo già per martedì 31 agosto alle 9.30 presso i propri locali della Direzione Generale, con i rappresentanti di tali ditte oltre che con quelli del Consorzio Unico, della Gisec e della Provincia di Caserta. Durante tale incontro la Provincia illustrerà le iniziative per il subentro nei tempi rapidi sopra descritti ed esporrà le proprie iniziative, anche in termini di anticipazioni economiche, per garantire il completamento del ciclo del percolato in assoluta sicurezza ambientale.
A tale riguardo, nell'ottica della conclusione in tempi brevi delle operazioni di subentro e per garantire la sopra citata ripresa del ciclo di trattamento del percolato, la Provincia di Caserta e il Consorzio Unico concordano sulla opportunità di eliminare l'obbligo da parte del Consorzio di restituzione entro il 31-12-2010 della somma di euro 2.500.000,00 (duemilionicinquecentomila,00), anticipata nel mese di febbraio 2010 dalla Provincia di Caserta al fine di consentire la corresponsione di emolumenti al personale e prevenire gravi turbative per l'ordine e la sicurezza pubblica, imputando tale somma come anticipazione delle spese relative alle attività di prelievo, trasporto e smaltimento del percolato. A tal fine, ribadendo l'importanza di tale operazione per garantire la sopra citata ripresa del ciclo di trattamento del percolato, i rispettivi uffici finanziari si attiveranno, ciascuno per la propria parte di competenza, sin dall'inizio della prossima settimana per la regolarizzazione della predetta partita contabile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento