menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Centro documentale, la visita del Generale Landriani

Caserta - Generale di Brigata Guido Landriani, sessantenne originario di Como, nuovo Comandantedel Comando Militare Esercito "Campania" di Napoli dallo scorso 11 giugno, ha visitato ieri mattina il CentroDocumentale di Caserta (Ex Distretto...

Generale di Brigata Guido Landriani, sessantenne originario di Como, nuovo Comandantedel Comando Militare Esercito "Campania" di Napoli dallo scorso 11 giugno, ha visitato ieri mattina il CentroDocumentale di Caserta (Ex Distretto Militare). Il Generale Guido Landriani proviene dal SegretariatoGenerale della Difesa di Roma. Nell'anno 2002 al Generale Landriani è stata conferita l'alta onorificenzadella "Croce di Bronzo" al Merito dell'Esercito per attività inerenti al suo impiego nelle operazione in teatrioperativi esteri. Al suo arrivo presso l'ex distretto militare, il Generale Landriani è stato ricevuto dal CapoCentro Documentale di Caserta Colonnello Luciano IANNETTA. L'Alto Ufficiale ha incontrato presso la SalaRiunioni del Centro Documentale tutto il personale militare e civile dell'Ente, al quale ha rivolto parole diapprezzamento per il lavoro svolto soffermandosi, in particolare sulle nuove iniziative da porre in essereper sempre di più anello di congiunzione tra l'Esercito e la società civile. Successivamente, il ColonnelloIannetta ha illustrato al Generale Guido Landriani, nel corso del programmato briefing i compiti, le funzionie le problematiche del Centro Documentale. Il Comandante del Comando Militare Esercito " Campania", havisitato tutta l'infrastruttura, soffermandosi con i vari addetti ai settori in merito al lavoro svolto da ognuno. IlCentro Documentale è lo "sportello dell'Esercito" verso il cittadino. Strutturato su più sezioni è organizzatoper trattare e conservare tutta la documentazione del personale congedato di tutti i ruoli della Forza Armata.Il Centro Documentale (quello di Caserta è uno dei più importanti per bacino di utenza ed afflusso di giovanida arruolare, asservendo ben quattro province: Caserta, Benevento, Campobasso ed Isernia), ha il delicatocompito della gestione, conservazione, archiviazione e catalogazione della documentazione matricolaredei "soldati" di ogni grado e ruolo che hanno avuto nel Distretto Militare la propria "origine di militare".Presso il Centro Documentale c'è il Nucleo Concorsi che tratta: la promozione degli arruolamenti perVFP1, con conseguente gestione, controllo ed inoltro delle istanze presentate dai giovani (oltre 700 quelleprodotte per il primo blocco 2010); il supporto per tutti gli altri concorsi nelle Forze Armate; la gestionedel bacino dei "riservisti" (personale che, dopo l'esperienza militare, torna in servizio per esigenza dellaForza Armata, per corsi di aggiornamento e per avanzamento di carriera nelle categorie in congedo).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento