menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Esposito si candida a segretario provinciale Pd, via libera dall'assemblea nazionale

Caserta - Si è svolta a Roma l'Assemblea nazionale Pd del 21 e 22 maggio scorso. Con la modifica del suo Statuto, proposta all'unanimità dal Comitato incaricato, il Pd sarà un partito più vicino agli iscritti, agli elettori e ai cittadini...

Si è svolta a Roma l'Assemblea nazionale Pd del 21 e 22 maggio scorso. Con la modifica del suo Statuto, proposta all'unanimità dal Comitato incaricato, il Pd sarà un partito più vicino agli iscritti, agli elettori e ai cittadini. Dall'assemblea nazionale sono state approvate misure a tutela della moralità pubblica e della buona politica attraverso un'anagrafe degli eletti; dichiarati incompatibili i doppi incarichi; devoluto il 50% delle risorse finanziarie al territorio. Dopo i lavori dell'Assemblea nazionale, Lucia Esposito potrà presentare la sua candidatura alla carica di Presidente provinciale del partito senza tema di incompatibilità. Infatti, l'articolo 21 dello Statuto, relativo ad Incandidabilità ed incompatibilità, al capoverso 2b) recita testualmente: "Durante l'esercizio del loro mandato istituzionale non sono candidabili alla carica di segretario provinciale: i parlamentari nazionali ed europei, i presidenti di regione, gli assessori regionali, i consiglieri regionali, i presidenti di provincia, gli assessori provinciali, i sindaci e gli assessori delle città capoluogo di regione e di provincia, i sindaci e gli assessori dei comuni superiori a cinquantamila abitanti. 2c) La carica di segretario regionale e provinciale è incompatibile con le rispettive funzioni istituzionali per le quali è prevista l'incandidabilità alle lettere a e b del presente comma". Dunque, dall'assemblea nazionale, che per inciso ha votato le modifiche allo Statuto pressoché all'unanimità, con soli 3 voti contrari e 3 astenuti su mille componenti, c'è il via libera a Lucia Esposito. Per quanto riguarda, il congresso provinciale, in cui gli iscritti e solo loro eleggeranno il segretario provinciale, quella che era fino a ieri un'esortazione, è diventata un obbligo: non potranno essere candidati coloro che già sono titolari di cariche elettive: questo sgombra il campo, almeno di improbabili dimissioni, dalla candidatura alla segreteria provinciale di Giuseppe Stellato, consigliere alla provincia ed esponente del centrosinistra che ha rappresentato alle elezioni, senza fortuna, del 28 e 29 marzo. Ma toglie dalla scena anche l'ipotesi di una elezione, magari come punto di equilibrio tra le varie correnti, di Stefano Graziano, che è anche parlamentare. Alla luce delle modifiche apportate, Lucia Esposito, consigliera comunale di minoranza a San Nicola la Strada, città di 21.000 abitanti, quindi abbondantemente al di sotto dei 50.000 residenti previsti dallo Statuto, potrebbe essere la prima donna segretaria provinciale del PD in Terra di Lavoro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento