menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100523053838_Intercettazioni11

20100523053838_Intercettazioni11

Da Napoli parte sciopero della fame contro la legge 'bavaglio'

Napoli - Parte da Napoli lo sciopero della fame per la libertà di informazione. L'iniziativa, che segue la manifestazione di ieri con cittadini imbavagliati che straciavano i giornali a Piazza Plebiscito (foto allegate), andrà avanti per tutto...

Parte da Napoli lo sciopero della fame per la libertà di informazione. L'iniziativa, che segue la manifestazione di ieri con cittadini imbavagliati che straciavano i giornali a Piazza Plebiscito (foto allegate), andrà avanti per tutto l'iter parlamentare della legge "bavaglio".Promotori l'ex assessore provinciale e giornalista professionista Francesco Emilio Borrelli, il titolare della libreria Treves Rino De Martino e lo scrittore Maurizio De Giovanni.

"Ci alterneremo ogni giorno in centinaia - spiega Francesco Emilio Borrelli - facendo una staffetta tra coloro che hanno "fame di notizie". Non vogliamo una stampa imbavagliata e sopratutto genuflessa al potere. Questa legge è una vergogna internazionale. Vogliamo continuare a "nutrirci" di informazioni libere"."Se non avessimo avuto le intercettazioni - continua Andrea Sola, Consigliere d' Amministrazione degli studenti alla Federico II per la Confederazione - certe brutte storie di baronaggio universitario, di raccomandazioni e spartizioni non sarebbero mai emerse. Per questo il mondo studentesco deve fare la sua parte".
"Possiamo usare solo il nostro corpo - conclude Apostolos Paipais, del forum delle associazioni campane- come scudo democratico contro l'arrogaza de potere".Lunedì parte Borrelli con il digiuno, martedì continua Sola e poi Paiapais contemporaneamente a decine di studenti e cittadini che stanno aderendo all'iniziativa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento