menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sanit, le priorit per Addesso: Controllo e vigilanza sul diritto alla salute

Maddaloni - La pianificazione del settore sanitario è competenza della Regione. Il sindaco, in qualità di massima autorità sanitaria comunale, ha il compito di vigilare che la stessa venga attuata integralmente. "La denuncia - anticipa Carmine...

La pianificazione del settore sanitario è competenza della Regione. Il sindaco, in qualità di massima autorità sanitaria comunale, ha il compito di vigilare che la stessa venga attuata integralmente. "La denuncia - anticipa Carmine Addesso, candidato sindaco del Pd - sarà la mia arma a tutela del diritto della salute dei miei cittadini. Segnalerò tutte le omissioni dell'Assessorato Regionale alla Sanità, costringendolo ad attuare integralmente la Carta dei Servizi Sanitari". Il Comitato Tecnico Provinciale è un organo politico collegiale che raccoglie le istanze del territorio per adeguare le previsioni sanitarie alla realtà territoriale. "Qui faremo sentire forte la voce di Maddaloni - puntualizza -, mobilitando tutti gli attori del mondo sanitario". Eguaglianza, imparzialità, continuità, diritto di scelta e di partecipazione del cittadino, nonché il diritto di efficienza e di efficacia devono essere i presupposti del servizio sanitario offerto all'utenza. "Massima attenzione e vigilanza ininterrotta sull'attuazione dei programmi di prevenzione - aggiunge - , che non devono tenere conto solo della profilassi delle malattie, ma anche della salubrità dell'aria, delle acque, dei prodotti alimentari e di ogni altra sostanza possa nuocere alla salute dei cittadini". Controllare la qualità di acqua, aria e suolo e sottosuolo sarà un'azione di prevenzione che il Comune metterà in campo attraverso protocolli d'intesa con gli enti preposti. "L'abbiamo già fatto".Attraverso un accordo con il Dipartimento di Scienze Biologiche della Seconda Università di Napoli, l'Ente ha avviato il monitoraggio costante dell'ambiente circostante. Il futuro dell'ospedale di Maddaloni dipende dal piano ospedaliero regionale, studiato in base al rapporto estensione del territorio, densità demografica, localizzazioni dei presidi ospedalieri. Il presidio di Maddaloni, sulla carta Dea di II livello, è invece una struttura monca di alcuni reparti sanitari necessari per la piena funzionalità del Pronto Soccorso. "La mia attività politica si concentrerà, affinché gli attuali servizi sanitari offerti dall'ospedale di Maddaloni, possano essere rinvigoriti per garantire un'assistenza medica di eccellenza".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Autostrada liberata dopo 10 ore di inferno. "Andiamo a Roma"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento