menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aree pubbliche nel degrado, il Pdl denuncia

Recale - La gestione del verde e degli spazi pubblici di Recale viene definita disastrosa dai soci del Pdl. Si avvicina la bella stagione ma i recalesi non hanno spazi vivibili. Marcello Isidoro, capogruppo del Pdl in consiglio comunale: "...

La gestione del verde e degli spazi pubblici di Recale viene definita disastrosa dai soci del Pdl. Si avvicina la bella stagione ma i recalesi non hanno spazi vivibili. Marcello Isidoro, capogruppo del Pdl in consiglio comunale: " vergognoso lo stato in cui versano gli spazi verdi della nostra città. Spesso durante le nostre riunioni di partito ci siamo soffermati su tale argomento cercando di trovare una soluzione. Avevamo avuto una battuta d'arresto quando in consiglio comunale il consigliere Paolo Mastroianni propose il regolamento dei chioschi che dovrebbero nascere su queste aree, ma ci rendiamo conto che anche questa iniziativa, da noi criticata su più punti perché non fornisce occasioni di lavoro per i recalesi ed è troppo dispendiosa per il giovane imprenditore, è stata una bolla di sapone. Gli spazi pubblici continuano ad essere ricettacolo d' immondizia, il verde non è curato, le lampade in frantumi ed giochi per bambini divelti" A rincarare la dose il portavoce del Pdl Lello Porfidia: " vero che la gestione del verde pubblico è deficitaria ma bisogna porre l'attenzione anche sull'inciviltà di alcuni ragazzi che danno libero sfogo alla loro rabbia andando a distruggere quanto appartiene alla comunità. Credo che sia un atto di responsabilità denunciare o redarguire chi sta distruggendo lampioni o giochi per bambini, come è da segnalare alle forze dell'ordine chi entra in un'area verde con motocicli infischiandosene dei bambini. E' da terzo mondo vedere un'auto in sosta nell'area parcheggio di piazza della Repubblica completamente distrutta. Vetri in frantumi proprio nelle immediate vicinanze di scivoli per bambini. Un danno che si ripercuote su tutti.
ministrazione deve garantire un maggior controllo del territorio, prendendo esempio anche dai comuni limitrofi, ma noi dobbiamo costruire un senso di civiltà ormai smarrito. Con il coordinatore Franco Errico pensavamo di dare, durante il prossimo consiglio comunale, un segnale forte su questo argomento"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento