menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nicola Caputo (Pd) anfitrione di Vincenzo De Luca nel tour di chiusura nellagro aversano

Aversa - Il capolista del Pd alle elezioni regionali Nicola Caputo ha accolto oggi nell'Agro Aversano il candidato alla presidenza Vincenzo De Luca. Il leader del centrosinistra è stato a Casal di Principe, alla Nco, Nuova cucina organizzata di...

Il capolista del Pd alle elezioni regionali Nicola Caputo ha accolto oggi nell'Agro Aversano il candidato alla presidenza Vincenzo De Luca. Il leader del centrosinistra è stato a Casal di Principe, alla Nco, Nuova cucina organizzata di San Cipriano d'Aversa, ristorante dove si servono solo pietanze prodotte in aziende confiscate alla mafia, e al tabacchificio di Capua. Caputo ha atteso De Luca ad Aversa, per un comizio al teatro Metropolitan, facendo gli onori di casa. "Il candidato presidente del centrosinistra ha dimostrato una grande sensibilità nei confronti della nostra Terra di Lavoro, venendo a chiudere qui la sua campagna elettorale. La visita a Casale di Principe, così come il comizio di Aversa, rappresentano un segnale tangibile della volontà di intervenire radicalmente per cambiare le sorti del nostro territorio". Il primo punto all'ordine del giorno è naturalmente la criminalità organizzata: "La camorra è dappertutto - afferma il consigliere uscente - nel tessuto economico, nei consorzi e negli enti strumentali, persino nei partiti. Purtroppo non lo scopriamo oggi". La proposta di Caputo è molto semplice: "Beni confiscati da sfruttare economicamente e stazione unica appaltante per tenere fuori dalla pubblica amministrazione la mafia. Ma soprattutto la politica dovrebbe attivare pratiche di buona amministrazione, non coprire o addirittura incoraggiare attività clientelari"
Molto articolato il piano di interventi di De Luca per il contrasto della criminalità. "Il candidato presidente ha molte idee su questo punto. Dall'altra parte, nell'area del centrodestra, le proposte sono decisamente generiche? Certo, sono stati annunciati patti, tavoli, organismi, ma nessuno ha fatto seriamente i conti con una piaga diffusa e onnipresente. Gli interessi dei clan possono prendere tante forme diverse, a cominciare dalla faccia rispettabile di qualche candidato. Solo ribellandosi alla catena del ricatto, a cominciare dal ricatto elettorale, è possibile cambiare questo stato di cose".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento