menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Zinzi si confrontato con i segretari di Cgil, Cisl e Uil

Caserta - Importante incontro iari mattina all'Hotel Jolly di Caserta per il candidato alla Presidenza della Provincia di Caserta per la coalizione di centrodestra, On. Domenico Zinzi. Il deputato dell'Udc si è confrontato con Camilla Bernabei...

Importante incontro iari mattina all'Hotel Jolly di Caserta per il candidato alla Presidenza della Provincia di Caserta per la coalizione di centrodestra, On. Domenico Zinzi. Il deputato dell'Udc si è confrontato con Camilla Bernabei, segretario generale della Cgil casertana, Carmine Crisci, segretario provinciale della Cisl e con Antonio Farinari, segretario provinciale della Uil. Le tematiche legate a lavoro e sviluppo sono state al centro dell'incontro. "La concertazione con i sindacati - ha spiegato Zinzi - sarà un punto fermo della mia attività di governo. In Provincia di Caserta ci sono 207mila disoccupati e in buona parte sono edili. Penso che si debbano sollecitare le amministrazioni locali sul piano casa, sui piani di recupero, sui Puc, oltre a dover utilizzare correttamente quello straordinario strumento di programmazione strategica che è il Ptcp". Zinzi, poi, ha elencato alcune priorità: "Lo sviluppo e l'occupazione - ha detto - passano per la garanzia della sicurezza del territorio. Il modello Caserta ha funzionato bene, ora va implementato con misure che siano di sostegno alle imprese, garantendo l'accesso al credito, un costo del denaro più basso e misure di fiscalità di vantaggio. Inoltre, vanno assicurate le bonifiche, specialmente in alcune aree come il Litorale domizio. Qui è fondamentale la depurazione delle acque per rilanciare il turismo balneare. In più, in questa zona, va realizzato un Polo dedicato al turismo congressuale, per sviluppare il turismo nell'intero arco dell'anno". Particolare rilevanza, poi, assume il commercio: "Nella nostra Provincia bisogna dar vita - ha aggiunto Zinzi - ad un'infrastruttura fieristica di livello regionale. Siamo in una posizione strategica all'interno della Campania e vicini alle principali città del Centrosud". Ulteriori riflessioni hanno riguardato le grandi opere: "Il cantiere del Policlinico va assolutamente riaperto e, successivamente, l'intera facoltà di Medicina va portata a Caserta. L'aeroporto di Grazzanise è una infrastruttura strategica e il Ministro Matteoli, che qualche giorno fa è stato in visita in Provincia di Caserta, ha fornito importanti rassicurazioni in merito alla sua realizzazione. Per quanto concerne l'interporto Marcianise-Maddaloni, va assolutamente rilanciato e deve diventare anche un sito di stoccaggio per il porto di Napoli. E' una struttura fondamentale per effettuare la cosiddetta intermodalità". Sul Matese Zinzi ha spiegato che "bisogna dar vita a una strada a scorrimento veloce che colleghi Caserta a Piedimonte Matese. Inoltre, va redatto un progetto di collegamento funicolare tra Piedimonte e i centri limitrofi, al fine di sviluppare il turismo invernale". Infine, l'On. Domenico Zinzi ha precisato che "la Stazione Unica Appaltante deve essere gestita direttamente dalla Prefettura, ovvero dallo Stato. La Provincia non dovrà fare più nemmeno una gara. La Stazione Unica Appaltante deve garantire l'assoluta trasparenza, rivelandosi come uno strumento necessario a liberare l'amministratore locale da situazioni rischiose".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento