menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scontro Bocchino (Pdl) Consoli (Udc) su Gricignano, contraddizioni che scoppiano

Caserta - "Berlusconi si è già pentito dell'alleanza con l'Udc". E' quanto afferma il parlamentare del Pd Stefano Graziano, commentando le recenti dichiarazioni del premier, il quale ha definito senza mezzi termini i centristi "il peggio del...

"Berlusconi si è già pentito dell'alleanza con l'Udc". E' quanto afferma il parlamentare del Pd Stefano Graziano, commentando le recenti dichiarazioni del premier, il quale ha definito senza mezzi termini i centristi "il peggio del peggio della vecchia politica, della convenienza e dell'opportunismo".

"Se queste sono le premesse della coalizione che appoggia Zinzi alla Provincia - ha aggiunto Graziano - siamo messi davvero male. Il candidato del centrodestra ha alle spalle un insieme disparato di liste che non ha alcuna coerenza politica. L'esponente dell'Udc ha imposto la sua presenza in Terra di Lavoro, ma non ha saputo spiegare come fa a essere, contemporaneamente, parlamentare di opposizione e alleato di quegli stessi partiti che osteggia a livello nazionale, come fa a votare contro il governo per i tagli ai fondi Fas e immaginare che il ministro Matteoli o la ministra Carfagna possano essere suoi interlocutori".
Da parte sua, il leader provinciale di Alleanza per l'Italia Pierino Squeglia commenta con stupore "la posizione espressa da Lorenzo Cesa che ha diffidato il Pdl a utilizzare il simbolo dell'Udc durante la manifestazione romana in piazza San Giovanni, alla quale il partito di Casini non partecipa, e in ogni occasione, elettorale e non, a qualunque livello. A questo punto - aggiunge Squeglia - mi chiedo se la provincia di Caserta fa stato a sé: qui i simboli dell'Udc e del Pdl possono stare insieme? Del resto, è sintomatico quello che leggo a proposito di Gricignano d'Aversa, dove il vicecapogruppo alla Camera Italo Bocchino chiede al ministro Maroni lo scioglimento dell'amministrazione e il segretario provinciale dei centristi Angelo Consoli accusa l'esponente del Pdl di voler danneggiare l'immagine dei candidati dell'Udc. La posizione di Consoli è addirittura patetica: non si può pensare di stare in mezzo alla tempesta e prendere il sole. Queste sono contraddizioni che, prima o poi, scoppiano. Quell'alleanza posticcia sta scontando la sua ambiguità, pagando il pedaggio di scelte operate solo per questioni di potere e di poltrone".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento