La Fabbrica del Matese lancia la candidatura di Antonietta Fortini

Letino - E' nata a Piedimonte Matese (CE) il 12 ottobre 1979 e risiede a Letino.Tre i punti cardini del suo programma elettorale: territorio innovazione e creatività. L'attenzione verso il territorio sideclina in alcune tematiche fondamentali come...

E' nata a Piedimonte Matese (CE) il 12 ottobre 1979 e risiede a Letino.Tre i punti cardini del suo programma elettorale: territorio innovazione e creatività. L'attenzione verso il territorio sideclina in alcune tematiche fondamentali come l'Ambiente. Innanzitutto la salute inizia nei territori, con uno stile divita sostenibile, con ambienti e città a misura d'uomo. Inoltre, proponiamo maggiore attenzione e valorizzazione deiparchi naturali come quello del Matese e ma anche una bonifica e valorizzazione del fiume Volturno : farlo diventareun'oasi verde.La vocazione rurale di questi territori passa attraverso un'educazione attenta alla biodiversità, al biologico e al mangiarsano di qualità.
Stiamo vivendo in un'era di grande trasformazione economica e sociale profonda almeno quanto quella che ha visto ilpassaggio dall'economia agricola a quella industriale.Dobbiamo puntare su tre chiavi di volta: Fonti rinnovabili: solare, biomasse e reti energetiche efficienti, siccome questefonti non sono fisse bisogna compensare con dei periodo di magra e di abbondanzaIn passato l'accentramento della ricchezza è stata solo nelle mani di singoli ma con la terza era si spezza il monopolio el'oligopolio energetico: tutti possono essere produttori di energie rinnovabili.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Il diritto alla vita si esplica nel fatto che le risorse primarie per l'esistenza stessa dell'uomo non siano soggette allelogiche del profitto per cui è necessario ribadire con forza che la gestione e distribuzione dell'acqua sia pubblica.I temi Creatività ed innovazione sono l'approccio necessario per una politica di qualità e sono alla base dello sviluppodel territorio. Bisogna creare una rete di coscienza civile che sia partecipe e promuova pratiche di sviluppoecosostenibile del territorio e che sia aperta alle nuove sfide.Il compito più arduo che ci spetta è un vero e proprio cambio di rotta nella mentalità: apertura, solidarietà e legalitàsono i motori chiave per un territorio come quello casertano di successo.
Innovazione nei territori significa prima di tutto potenziare gli investimenti in banda larga e ancora reti in fibra ottica evia radio per i Comuni delle aree interne non serviti dalla banda larga o anche fare affidamento alla WIMAX .Solo un sistema territoriale che investa nella ricerca, nell'innovazione e nella riconversione all'economia verde puòessere competitivo ed attrattore di risorse umane (i cervelli che fuggono sono una realtà solo del sud).Si vuole ribadire con orgoglio L'economia sarà sempre più legata alla creatività, da uno studio "l'Italia nell'eracreativa", la provincia di Caserta ha un capitale in termini umani eccellente , cioè l'indicatore di capitale umano, basatosulla percentuale di abitanti in possesso di una laurea o un diploma universitario, e l'incidenza di ricercatori sulla forzalavoro totale è molto alto. Caserta , come al pari di tutto il sud, supera abbondantemente il nord in tale indice, questaforza questa propensione non può essere persa.È importante che vi sia un sistema regionale e anche nazionale che sostenga ed incoraggi il coordinamento e gliinvestimenti locali, in modo che non si producano una molteplicità di piccoli sforzi isolati ma vengano inveceincoraggiate reti di piccole e grandi città, grandi aree in cui i diversi soggetti, locali e nazionali, possano lavorareassieme per lo sviluppo e la crescita del territorio.La provincia di Caserta ha una presenza di aree urbane e montane ricche di storia, cultura, risorse artistiche ed umaneuniche al mondo. Questo patrimonio presenta vantaggi e sfide. Occorre facilitare la connettività, la creazione di "reti" emovimenti di persone di idee e di imprese.Se questi punti sono tra loro virtuosi saremo ancora capaci di creare occupazione e lavoro.In sintesi, aspira a che la Regione sia sempre ed ancora più attenta ad un' "economia parallela" incentrata sulla ricerca,all'industria ecocompatibile, all'agricoltura "buona, pulita e giusta", all' edilizia sostenibile ed al risparmio energetico,al turismo, all'istruzione e alla cultura e alla qualità della vita.Questa terra è stata per troppo tempo solo martoriata dalla cultura della camorra, dal familismo amorale (potentati epersonalismi), e in ultimo dai rifiuti.La fiducia al voto per sinistra ecologia e libertà e per Antonietta Fortini in Regione Campania vuole essere una voce, ungrido orgoglioso per il rispetto di tale realtà e per una Campania migliore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio nel cuore di Caserta: uccide la mamma poi si costituisce

  • Sorpreso con la motosega nel bosco, sequestrati 40 quintali di legna | FOTO

  • Sparatoria alla Bnl, fermata la banda di rapinatori

  • L'omicidio del corso: Rubina uccisa dal figlio a coltellate nella notte

  • Mamma e figlio di nuovo positivi al coronavirus dopo essere guariti

  • Cena finisce in tragedia: uccide l’amico con una coltellata al petto

Torna su
CasertaNews è in caricamento