menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piano casa, definite le zone di esclusione

Vico Equense - Piano casa, individuate le aree dove non è possibile costruire. La delibera, frutto del lavoro dell'assessorato all'urbanistica e degli amministratori di maggioranza e opposizione, è stata approvata all'unanimità durante il...

Piano casa, individuate le aree dove non è possibile costruire. La delibera, frutto del lavoro dell'assessorato all'urbanistica e degli amministratori di maggioranza e opposizione, è stata approvata all'unanimità durante il consiglio comunale del 26 febbraio.
Sul Burc numero 80 del 29 dicembre 2009 è stata pubblicata la legge regionale del 28 dicembre 2009, numero 19, recante "Misure urgenti per il rilancio economico, per la riqualificazione del patrimonio esistente, per la prevenzione del rischio sismico e per la semplificazione amministrativa", meglio conosciuta come "Piano Casa". La Regione Campania, però, non ha ancora ufficializzato le linee guida, ossia i criteri esplicativi per l'applicazione della legge. Pertanto, il servizio urbanistica e pianificazione del Comune di Vico Equense, ha operato, attraverso il sistema informativo territoriale e i numerosi incontri chiarificatori con i responsabili regionali di riferimento, una ricognizione e uno studio delle ricadute che la legge ha sul territorio nonché delle fattibilità, ovvero dell'esclusione, degli interventi introdotti dalla norma. Da i vincoli indicati dalla legge è stata realizzata una perimetrazione che ha definito le zone di esclusione in cui il Piano casa non può essere applicato. Le aree off-limits rientrano in sei tavole. Escluse, dunque, le zone territoriali omogenee, gli immobili e le aree di valore storico, culturale ed architettonico, quelle di inedificabiltà assoluta e quelle sottoposte a vincoli in difesa delle coste marine, lacuali, fluviali e a tutela della difesa militare e della sicurezza interna, territori di riserve naturali o parchi nazionali o regionali, aree dichiarate a pericolosità idraulica e geomorfologica elevata o molto elevata. "Questa delibera è stato il frutto di un lavoro di squadra - ha affermato l'architetto Brigida De Somma, assessore all'urbanistica del Comune di Vico Equense - a cui hanno partecipato molti amministratori, sia del gruppo di maggioranza che di quello di opposizione. Rappresenta un esempio di come si possa ottenere un confronto produttivo che porti a dei risultati concreti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento