menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Comune aderisce alla Stazione Unica Appaltante

Cesa - Il Comune di Cesa aderisce alla Stazione Unica Appaltante (Suap). Il Sindaco Vincenzo De Angelis ha sottoscritto infatti, nella giornata di mercoledì scorso, unitamente ad altri 15 comuni, l'adesione allo strumento di contrasto alla...

Il Comune di Cesa aderisce alla Stazione Unica Appaltante (Suap). Il Sindaco Vincenzo De Angelis ha sottoscritto infatti, nella giornata di mercoledì scorso, unitamente ad altri 15 comuni, l'adesione allo strumento di contrasto alla criminalità organizzata in materia di appalti proposto dalla Prefettura di Caserta in sinergia con l'Amministrazione Provinciale ed il Comune Capoluogo. La Stazione Unica Appaltante prevede che saranno attivate una serie di misure di salvaguardia, adeguate e celeri, finalizzate sia a contrastare l'azione invasiva delle organizzazioni criminali in materia di appalti pubblici, sia a rendere l'impresa meno vulnerabile di fronte alle varie forme di infiltrazione camorrista.

"Abbiamo tenuto fede a due principi fondamentali - ha dichiarato il Sindaco De Angelis- innanzitutto la legalità, che è un principio fondamentale su cui deve reggersi la vita dell'Ente, ma la legalità deve essere abbinata all'efficienza. La nostra intenzione di aderire a questo importante strumento è stata chiara e forte fin dal primo momento e ora che è decollato abbiamo aderito. Insieme ai controlli- ha chiosato il primo cittadino- noi chiediamo gare celeri, cosa che attualmente sembra essere garantita dalla Suap".
Nello specifico, con la stazione unica appaltante tutte le procedure relative all'indizione ed all'aggiudicazione di gare d'appalto, oltre che alla fornitura di beni e servizi, saranno gestite direttamente presso la centrale unica istituita presso la Prefettura di Caserta. La stazione unica appaltante, più in particolare, si occuperà dell'iter procedurale dell'affidamento di lavori, servizi e forniture il cui importo base sarà pari o superiore ai 250mila euro e di beni da acquisire e di servizi di cui usufruire, il cui valore pecuniario sia stimato a partire da una cifra pari a 50mila euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Mille “furgoni lumaca” in autostrada contro le chiusure

  • Cronaca

    Boom di guariti nel casertano, contagi in calo

  • Cronaca

    La Procura sequestra il varco d'ingresso al Lidl

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento