menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nucleare, Caiazzo (Pd): 'Cittadini campani hanno scelto sviluppo sostenibile'

Napoli - "È inconcepibile che un ministro della Repubblica dopo aver approvato in Consiglio dei Ministri il decreto legislativo recante i criteri per la localizzazione nel territorio nazionale di impianti nucleari, si dissoci da se stesso...

"È inconcepibile che un ministro della Repubblica dopo aver approvato in Consiglio dei Ministri il decreto legislativo recante i criteri per la localizzazione nel territorio nazionale di impianti nucleari, si dissoci da se stesso dichiarando che quegli stessi criteri non valgano per il Veneto, come se tale Regione non rientrasse nel territorio italiano".
Lo ha dichiarato Michele Caiazzo, consigliere regionale del PD della Campania. "Le parole di Zaia - ha proseguito Caiazzo - sembrano pronunciate da un personaggio dalla lingua biforcuta. Il suo atteggiamento, tendente ad escludere il Veneto dalla localizzazione delle centrali nucleari, è puramente strumentale, da campagna elettorale, visto che lo stesso ministro è candidato delle destre alla presidenza della Regione Veneto".

L'esponente campano dei democratici ha inoltre evidenziato come "sia ipocrita il comportamento di forze politiche che a parole si rifanno ai principi del federalismo e dell'autonomia dei territori, e nei fatti, nelle decisioni assunte dal governo nazionale che esse sostengono, mortificano la capacità delle popolazioni di decidere del proprio futuro". A tale riguardo Caiazzo ricorda che "i cittadini della Campania, da tempo, hanno fatto la loro scelta per uno sviluppo sostenibile ed ecocompatibile basato, tra l'altro, su risparmio energetico e fonti rinnovabili: eolico, solare, biomasse".
Infine il consigliere regionale, con riferimento al ricorso alla Corte Costituzionale presentato dal governo nazionale avverso le norme della finanziaria regionale per il 2010 che precludono l'installazione sul territorio campano di impianti nucleari, ha affermato di "riporre la propria fiducia nel giudizio della Corte Costituzionale in quanto le norme impugnate dal governo Berlusconi sono pienamente legittime e in linea con il dettato dell'articolo 117 della Costituzione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento