menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100123065443_pietro_squeglia

20100123065443_pietro_squeglia

L'Api di Squeglia diserta gli interpartitici di centrosinistra

Caserta - E' fissato per lunedì l'ennesimo interpartitico di centrosinistra per designare il candidato alla presidenza della Provincia di Caserta. Alleanza per l'Italia annuncia la sua volontà di disertare gli interpartitici. "Continueremo a non...

E' fissato per lunedì l'ennesimo interpartitico di centrosinistra per designare il candidato alla presidenza della Provincia di Caserta. Alleanza per l'Italia annuncia la sua volontà di disertare gli interpartitici. "Continueremo a non partecipare - spiega il candidato alla presidenza della Provincia designato da Rutelli, Piero Squeglia, - a riunioni che ritengo siano del tutto inutili. Siamo a pochi giorni dalla presentazione delle liste e la coalizione di centrosinistra risulta completamente impantanata. Cosa fare per il rilancio della Provincia e come farlo? Come creare un collante serio per mettere insieme una coalizione del buon governo del cambiamento, della trasparenza e del rigore amministrativo, della democrazia e della solidarietà? Quale il progetto che legittima l'essere opposti ed alternativi alla destra populista? Tutti questi sono ritenuti argomenti inutili e, quindi, non se ne parla. L'unico problema sul tavolo è la scelta del candidato. E qui si passa dalla scelta fatta solo per risolvere i problemi interni del PD alle furbizie che altri mettono in campo per annullare le stesse proposte. Ed i partners dovrebbero supinamente accettare tali ipotesi?". A Caserta c'era una bella tradizione politica: l'esperienza della sinistra moderata imperniata sui Ds; quella dei Popolari, Democratici, liberali e riformisti che aveva nella margherita il suo punto di forza; la sinistra antagonista dei Comunisti e di Rifondazione, l'ambientalismo dei Verdi. "Si è distrutto tutto - prosegue Piero Squeglia. C'è in giro una massificazione generalizzata ed una omologazione al ribasso. Lo stare insieme, nel partito prima e nella coalizione poi, non è il risultato di una difficile e travagliata ricerca di sintesi e di valori , ma solo una facile e semplice giustapposizione di convenienze. La mia disponibilità alla candidatura - chiarisce l'ex parlamentare- da una parte rappresentava la volontà di Alleanza per l'Italia di porsi con forza ed autonomia all'interno del dibattito politico e, dall'altra era soprattutto l'indicazione di un metodo che si vuole seguire: quello della chiarezza e del coraggio contro quello delle convenienze e delle furbizie".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Attualità

Una alunna positiva al coronavirus: tornano in Dad due classi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento