menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Diodato: 'Basta con inutile stop auto, eliminare alla radice cause inquinamento'

Napoli - In ordine all'estensione del divieto di circolazione per le auto anche al di fuori della cinta comunale napoletana, il consigliere regionale Pietro Diodato ha dichiarato che lo sfondamento dei dati delle centraline dimostra...

In ordine all'estensione del divieto di circolazione per le auto anche al di fuori della cinta comunale napoletana, il consigliere regionale Pietro Diodato ha dichiarato che lo sfondamento dei dati delle centraline dimostra l'inadeguatezza del provvedimento.
" Sarebbe estremamente semplice polemizzare con l'assessore Nasti - ha puntualizzato Pietro Diodato - in quanto la anomalie non risiedono nei dati dell'Arpac, ma nei troppi dati non disponibili. Il superamento dei dati fissati dalle leggi, registrato per 176 giorni (record europeo) e non per 156, riscontrabile in particolar modo nella centralina di Napoli Est (zona portuale) ed in quella di Napoli Nord, area interessata da un intenso traffico di aeromobili, pone in risalto l'assoluta inefficacia dello sporadico provvedimento di stop alle auto.

Napoli, infatti, interessata da un intenso traffico crocieristico, una vera manna per l'economia turistica, tuttavia le navi da crociera sono da ritenersi responsabili dell'inquinamento dell'aria almeno per l'80%. Le polveri sottili create da un transatlantico, infatti, sono pari a quelle create da 14mila automobili. Da quest'anno la Direttiva europea 2005/33/CE impone alle navi che non adoperano combustibile ecologico di spegnere i motori diesel e allacciarsi alla rete elettrica di terra per l'energia necessaria: accorgimento che però nel porto di Napoli non può essere adottato.
L'assessore Nasti - ha concluso l'on.Diodato - invece di penalizzare quei cittadini che, per difficoltà economiche, non possono sostituire la loro vecchia auto né fare affidamento su un efficiente sistema di trasporto pubblico, dovrebbe intervenire sull'Autorità Portuale affinché, con urgenza, anche nel porto di Napoli siano installati gli impianti in grado di consentire alle navi di poter usufruire della rete elettrica terrestre".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
  • Incidenti stradali

    Scooter contro auto, muore ragazzo di 17 anni

  • Cronaca

    Arrestato il consigliere comunale Danilo D'Angelo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento