menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arredi Sacri chiesa di Santa Sofia, Mimmo Paladino conferma la propria disponibilit

Benevento - Attraverso una lettera inviata al sindaco di Benevento, Fausto Pepe, ed all'assessore alla Cultura del Comune di Benevento, Raffaele Del Vecchio, Mimmo Paladino, confermando la disponibilità ad accettare l'incarico a realizzare gli...

Attraverso una lettera inviata al sindaco di Benevento, Fausto Pepe, ed all'assessore alla Cultura del Comune di Benevento, Raffaele Del Vecchio, Mimmo Paladino, confermando la disponibilità ad accettare l'incarico a realizzare gli elementi liturgici della chiesa di Santa Sofia e proprio per poter dedicare più tempo e risorse all'importante sfida artistica propostagli, ha rimesso il mandato di componente del Cda della Fondazione Città Spettacolo.
Il Consiglio di amministrazione della Fondazione Città Spettacolo, riunitosi questa mattina, nel prendere atto della lettera inviata da Mimmo Paladino, ha diffuso la seguente nota:

"Esprimiamo grande apprezzamento per la scelta dell'Amministrazione comunale di affidare al Maestro Paladino il progetto per gli arredi sacri di S. Sofia. Un contributo che rafforzerà ulteriormente il cammino verso l'inserimento del complesso di Santa Sofia nel patrimonio mondiale Unesco. Vorremmo sottolineare, al contempo, l'esemplare correttezza dimostrata dall'artista per la decisione assunta di lasciare il contemporaneo incarico presso la fondazione"
"Ringrazio il maestro Mimmo Paladino per aver accettato la proposta fatta dall'amministrazione comunale di disegnare gli arredi sacri della chiesa di Santa Sofia - ha dichiarato l'assessore alla Cultura, Raffaele Del Vecchio -. Una disponibilità che costituisce l'ennesima dimostrazione di amore verso la città di Benevento. Siamo tutti consapevoli, infatti, che la sua opera rafforzerà la procedura per l'inserimento del complesso di Santa Sofia nel patrimonio mondiale dell'Unesco. Apprezzo, inoltre, il nobile gesto di aver lasciato posto ad altre personalità della cultura, nel Cda della Fondazione. Ciononostante, sono certo che, come sempre avvenuto in passato, il maestro Paladino non farà mancare il proprio contributo al lavoro della Fondazione ed alle attività culturali della città".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento