menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stellato (Pd): 'Riqualificazione aree dismesse delicata ma resta opportunit da non perdere'

Caserta - Un convegno sul Piano Casa, l'ennesimo direbbe qualcuno, considerati i vari incontri sul territorio messi in atto da una forza politica piuttosto che un'altra, da un'amministrazione comunale, da rappresentanti istituzionali in genere, ma...

Un convegno sul Piano Casa, l'ennesimo direbbe qualcuno, considerati i vari incontri sul territorio messi in atto da una forza politica piuttosto che un'altra, da un'amministrazione comunale, da rappresentanti istituzionali in genere, ma nessuno di questi è un dibattito vano. Approfondire l'opportunità di un provvedimento del genere alle amministrazioni locali e ai territori più in generale è, allo stato dei fatti, di grande importanza.
Il 21 gennaio, al Teatro Garibaldi, dunque un altro incontro discuterà la nuova legge sul Piano Casa. Il Consigliere regionale e Vice presidente della IV Commissione che la legge l'ha varata, insieme all'Amministrazione comunale di Santa Maria Capua Vetere, hanno ritenuto il fondamento di questa legge e considerato quanto sia necessario saperne cogliere tutte le sfumature onde poterla applicare al meglio sia in aree urbane che extraurbane.
Al dibattito pubblico, aperto quindi alla cittadinanza, saranno presenti non a caso, esponenti di rilievo le cui valutazioni e riflessioni a riguardo chiariranno dubbi o incongruenze presenti tra le maglie della legge.
"Il provvedimento - precisa Stellato - come ormai si sa, costituirà un sicuro strumento per supportare la ripresa dell'economia, e per consentire, anche nei nostri centri, il recupero di interi comparti edilizi, purché infrastrutturali, non più utilizzati, e che pertanto costituiscono dei sostanziali vuoti urbani. In provincia di Caserta esistono ovviamente delle aree già individuate, in particolare, come più volte ribadito, tutti quei vecchi contenitori industriali ormai inglobati nella struttura cittadina. Per una individuazione concreta, ad ogni modo, è necessario una verifica capillare".

La legge, ricordiamo, passa attraverso la concessione edilizia, i comuni dunque avranno il controllo del territorio, le amministrazioni potranno escludere dal Piano Case quei soggetti che non rientrano nei criteri stabiliti. Il Convegno di giovedì, vuole fare il punto proprio sulle procedure, sui meccanismi, che consentiranno non solo al pubblico ma anche ai privati di poter fruire dei benefici del provvedimento.
Saranno presenti: Giancarlo Giudicianni, Sindaco di Santa Maria Capua Vetere, Andrea Della Selva, Presidente del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, Corrado Lembo, Procuratore capo del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, Gabriella Cundari, Assessore regionale all'Urbanistica, Oberdan Forlenza, Assessore regionale ai Lavori Pubblici, Enrico De Cristofaro, Presidente Ordine degli Architetti provincia di Caserta, Vittorio Severino, Presidente Ordine degli Ingegneri provincia di Caserta, Ferdinando Luminoso, Componente Ordine nazionale degli Ingegneri. Concluderà il Consigliere Stellato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

social

Un grave lutto colpisce il pizzaiolo Francesco Martucci

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento