menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Eolico, 'Da sempre per Cerreto': 'Non gettiamo al vento il nostro territorio'

Cerreto Sannita - "Il convegno da noi organizzato il giorno 02.01.2010 sul tema "Eolico: un territorio a rischio di devastazione", che ha visto la presenza di autorevoli relatori tra cui il consigliere regionale Luca Colasanto, è stato un proficuo...

"Il convegno da noi organizzato il giorno 02.01.2010 sul tema "Eolico: un territorio a rischio di devastazione", che ha visto la presenza di autorevoli relatori tra cui il consigliere regionale Luca Colasanto, è stato un proficuo momento di confronto sul tema delle energie rinnovabili e di sensibilizzazione della cittadinanza sulle problematiche che l'eolico potrebbe creare qualora divenisse una realtà.
La nostra associazione è convinta, infatti, che l'installazione di un impianto eolico sul territorio comunale costituisca una vera e propria irreversibile devastazione dell'ambiente e del paesaggio donati gratuitamente dalla natura a Cerreto Sannita, caratterizzati da scorci e vedute suggestive. Non possiamo nel modo più assoluto tradire la natura "per trenta denari", quantificandone così il valore che invece è e resta inestimabile.
Siamo determinati a pronunciare ancora una volta il nostro più fermo NO all'energia eolica selvaggia che non tiene conto della tipicità del nostro territorio e delle sue bellezze naturali che meritano di essere tutelate e rilanciate in un ottica di sviluppo turistico e culturale di cui Cerreto ha immenso ed urgente bisogno.
Secondo noi, invece, bisognerebbe ripulire, riqualificare e tutelare i nostri territori per farli diventare meta di un turismo di qualità. La vera vocazione del nostro territorio è turismo, artigianato di qualità, cultura e promozione dei prodotti agro-silvo-pastorali?il tutto in un ottica di sviluppo sostenibile per una governance territoriale proficua.
Occorre tuttavia che questa battaglia contro la devastazione causata dall'eolico sia combattuta insieme dai cittadini di tutti i territori coinvolti da questa possibilità ( Pietraroja, Cusano, Pontelandolfo, Cerreto Sannita, San Lupo, Guardia Sanframondi, San Lorenzello, Morcone ) è solo uniti che possiamo sensibilizzare la popolazione sulle negative ricadute di questi impianti energetici.
Le recenti esternazioni, pubbliche e private, degli amministratori locali delle nostre zone rendono urgente e indifferibile la necessità di incontrarci con tutte le persone contrarie all'installazione degli impianti eolici nei rispettivi comuni di appartenenza per dare vita ad un comitato intercomunale che possa, unitamente alle associazioni veramente ambientaliste, continuare a sensibilizzare governati e governanti sulla devastazione prodotta dall'eolico.
Occorre impedire la devastazione del territorio che sarebbe totale, con un impatto paesaggistico, ambientale, idrogeologico che non potrà essere ripagato da nessuna somma di denaro. Non possiamo gettare al vento il nostro territorio. Ed è per questo che al posto dell'eolico sarebbe più produttivo usare e sfruttare l'energia solare ed educare al risparmio energetico Si tratta di scelte.

La tutela del paesaggio e dell'ambiente è un principio fondamentale iscritto nella nostra Costituzione?è il DNA del nostro Paese, circostanza questa che deve indurci a mettere le nostre intelligenze al suo servizio, smettendola di contaminare la natura per il solo fine di ricavarne il massimo profitto economico che vada a riempire le tasche dei soliti pochi.
Noi diamo la nostra disponibilità totale a lavorare per questi obiettivi: tutti i cittadini interessati possono contattare la nostra associazione al numero 339 6954937".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Tasso positività schizza al 14%, nel casertano 276 nuovi casi

  • Attualità

    Ergastolo ostativo cancellato. "Così la camorra ha vinto"

  • Cronaca

    Contagi troppo alti, scuole chiuse un'altra settimana

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento