menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Acms, Oliviero (Pse) replica alle dichiarazioni di Romano (Pdl)

Caserta - Il presidente del Gruppo del Ps per Sinistra e Libertà in Consiglio regionale della Campania Gennaro Oliviero ha così risposto alle dichiarazioni di Paolo Romano del capogruppo Pdl in Consiglio regionale sulla questione ACMS di Caserta...

Il presidente del Gruppo del Ps per Sinistra e Libertà in Consiglio regionale della Campania Gennaro Oliviero ha così risposto alle dichiarazioni di Paolo Romano del capogruppo Pdl in Consiglio regionale sulla questione ACMS di Caserta:
"Imbarazzante la presa di posizione del capogruppo del pdl Paolo Romano sulla questione Acms.
Ma sbaglio o il Capogruppo consiliare del pdl Paolo Romano, ha firmato e votato, assieme a tutti gli altri consiglieri regionali l'ordine del Giorno approvato in Consiglio regionale qualche mese fa, dove si impegnava l'assessore Cascetta e la Giunta a gestire direttamente la questione ACMS?
Ma sbaglio o in più occasioni tutti gli altri autorevoli consiglieri regionali Casertani, anche del Pdl, hanno preso atto dell'impossibilità gestionale diretta della Provincia di Caserta di un settore come quello dei trasporti, come d'altronde avviene in tutte le altre Provincie campane?
A questo punto mi chiedo cosa ne pensa, il capogruppo pdl, in merito ai paventati licenziamenti e/o la messa in cassa integrazione dei dipendenti Acms che l'ottimo Commissario vorrebbe operare per far quadrare i conti?Mi auguro sinceramente che l'errore l'abbia commesso l'addetto stampa del collega Romano altrimenti si tratterebbe di una classica contrapposizione politica su tutto.

Queste prese di posizione indiscriminate non giovano alla soluzione del problema e vanno contro gli interessi della collettività e nel caso Acms di Caserta, tutelerebbero solo le poltrone ed i consigli d'amministrazione per qualcuno a discapito del servizio di trasporto casertano inesistente e soprattutto a discapito dei posti di lavoro dei dipendenti.
La politica casertana - conclude Oliviero - deve uscire da una mentalità provincialista e partigiana della gestione amministrativa, cosi come hanno fatto le altre Provincie, altrimenti corriamo il rischio di restare isolati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento