menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trasporti, Caso Acms, Romano: Sui tasporti ennesimo scaldalo clientelare

Caserta - Il presidente del Gruppo del Pdl in Consiglio regionale della Campania Paolo Romano ha rilasciato la seguente dichiarazione: "Affermare l'ovvietà, come fa la finanziaria regionale (che la sinistra s'è approvata da sé con soli 24 voti su...

Il presidente del Gruppo del Pdl in Consiglio regionale della Campania Paolo Romano ha rilasciato la seguente dichiarazione:
"Affermare l'ovvietà, come fa la finanziaria regionale (che la sinistra s'è approvata da sé con soli 24 voti su 60), che, in materia di trasporti, la Regione subentra alle Province inadempienti operando direttamente, non può che servire a dissimulare quello che appare un vero e proprio grave scippo politico clientelare.
Il caso dell'Acms, l'azienda provinciale trasporti del Casertano lasciata per anni agonizzate e nei fatti ora espropriata alla competenza della Provincia proprio quando era stato approvato un serio piano di risanamento, la dice tutta sul vero obiettivo politico clientelare del governo regionale di Bassolino e, dunque, dell'assessore ai trasporti e candidato in pectore del Pd Ennio Cascetta. Il quale, guarda caso, dopo anni di latitanza dal territorio, ha sentito proprio oggi, come denunciato anche dall'onorevole Nunzia Di Girolamo e dal collega consigliere Luca Colasanto, il dovere di incontrare i lavoratori dei trasporti a Caserta.

Qualcuno dovrebbe intanto spiegare come sia possibile che una Spa regionale dichiarata in stato di insolvenza e dunque tenuta per mezzo del suo Commissario a portare a termine il riequilibrio economico, così come determina la legge ed ha stabilito il Tribunale di S. M. Capua Vetere, venga unilateralmente sequestrata ed assorbita dal carrozzone Eav annientando intanto i diritti dei creditori.Va ricordato che se l'Acms è finita in serie difficoltà non lo si deve alla Provincia ma guarda caso alla Regione che mentre iniettava ingenti risorse altrove non si è mai preoccupata, e chissà perché, a riconoscere il dovuto all'azienda casertana.
Anche in questo senso, non posso che augurarmi che, al di là di quanto sospettiamo, Provincia e Regione mettano in Commissario dell'Acms in condizione di portare a termine l'ottimo lavoro fin qui svolto per risanare in tempi brevi l'azienda e consentirle di svolgere un servizio impeccabile".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Nel casertano nuova impennata delle vittime del Covid: 15 in 24 ore

  • Cronaca

    Caserta ancora 'leader' per i vaccini: somministrate 194mila dosi

  • Cronaca

    Processo Pineta Grande, Schiavone "rompe" il silenzio in aula

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento