menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100106064831_Salone

20100106064831_Salone

Capodanno: 'S a Castel Capuano sede della scuola di alta formazione per magistrati'

Napoli - Mentre, a testimonianza dello stato di abbandono e di degrado nel quale versa attualmente la struttura, stanno facendo il giro d'Italia le immagini del black out elettrico verificatosi stamani nel corso della cerimonia commemorativa di...

Mentre, a testimonianza dello stato di abbandono e di degrado nel quale versa attualmente la struttura, stanno facendo il giro d'Italia le immagini del black out elettrico verificatosi stamani nel corso della cerimonia commemorativa di Enrico De Nicola svoltasi a Napoli, in Castel Capuano, alla presenza, tra gli altri, del presidente della Repubblica, Napolitano e del presidente della Camera dei deputati, Fini, con le pagine del discorso di quest'ultimo illuminate da una torcia elettrica, il popolo del social network Facebook si mobilità per dare forza alla proposta d'istituire nel più antico castello di Napoli, di origine normanna, una scuola di alta formazione per magistrati.
Promotore dell'iniziativa e fondatore del gruppo è l'ingegnere Gennaro Capodanno ( https://www.facebook.com/home.php?#/group.php?gid=233150541945 ), il quale si dichiara soddisfatto del successo che sta riscuotendo l'iniziativa che in poche ore ha già superato le 250 adesioni.
" I napoletani, e non solo loro, sono molto legati a questa struttura posta nel cuore della Città e che ne rappresenta la lunga e travagliata storia - afferma Capodanno -. Otto secoli e mezzo di vita durante i quali il castello ha avuto diverse destinazioni d'uso a partire da quella originaria di residenza reale dei sovrani normanni. Ultima in ordine di tempo quella di Palazzo di Giustizia che si è protratta per quasi cinque secoli. Ma dopo il trasferimento degli uffici giudiziari al Centro Direzionale, l'antico maniero, in uno a tutta la zona che lo circonda e all'economia che intorno ad esso si era sviluppata, versa in uno stato di completo abbandono e di sofferenza ".

" Si tratta - sottolinea Capodanno - anche di valorizzare un patrimonio artistico e culturale di primaria importanza, a partire dalla biblioteca giuridica " Alfredo De Marsico ", fondata nel 1896, e che è arricchita da 1.100 manoscritti ed oltre 80mila, tra volumi ed opuscoli, per finire agli affreschi di noti artisti, come i pittori Antonio Caccipuoto, Biagio Molinari e lo spagnolo Pedro de Rubiales, che adornano il Salone della Corte d'Appello, la Sala dei Busti e la Cappella della Sommaria, per citare solo alcune delle bellezze e dei tesori conservati nel castello ".
Capodanno chiama a raccolta le istituzioni e gli uomini di cultura, affinché, attraverso i necessari passaggi anche presso il Governo centrale, possa darsi corso in tempi brevi al rilancio di Castel Capuano, destinandolo a sede di cultura e di studio per l'alta formazione giuridica, vanto da sempre del capoluogo partenopeo che ha, tra l'altro, dato i natali a ben tre degli undici presidenti che si sono sino ad oggi alternativi alla carica di Capo dello Stato - oltre a De Nicola e a Leone, l'attuale presidente Napolitano - e ad alcuni dei più noti giuristi di fama internazionale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento