menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bilancio 2010, Caputo (Pd): 'Misure per fasce sociali deboli e per affrontare crisi'

Caserta - " Rigore e sobrietà, sono i principi che hanno ispirato la redazione della Finanziaria 2010, varata la scorsa notte dal Consiglio regionale della Campania", a sostenerlo è Nicola Caputo, consigliere regionale e vice capogruppo del Pd in...

" Rigore e sobrietà, sono i principi che hanno ispirato la redazione della Finanziaria 2010, varata la scorsa notte dal Consiglio regionale della Campania", a sostenerlo è Nicola Caputo, consigliere regionale e vice capogruppo del Pd in Regione Campania.
"Considero molto positivo il lavoro svolto in Commissione Bialncio: per i risultati ottenuti, per i tempi di approvazione - entro la fine dell'anno - e per i contenuti. Abbiamo scelto una linea rigorosa ma che tiene presente misure per il sostegno al lavoro, alle famiglie e alle politiche sociali, non tralasciando provvedimenti per il contrasto alla inoccupazione come il credito d'imposta e il reddito di cittadinanza".
"La Finanziaria 2010 sostiene concretamente le fasce sociali piu' deboli, non solo con il reddito di cittadinanza, - spiega il Consigliere regionale - ma anche con una novità assoluta, un comitato denominato, "Cittadinanza e Dignità" per l'analisi e lo studio di misure di sostegno da destinare alle fasce sociali indigenti"-
"Molto importanti e significativi dunque, sono gli interventi nei diversi settori del bilancio e dell'attivita' regionale sollecitati per i soggetti più deboli e bisognosi della società, per i cittadini disabili, le famiglie, le aziende, l'istruzione e per i comuni con particolare attenzione ai centri più piccoli. Una Finanziaria che guarda alla tutela dell'ambiente, con particolare attenzione alle risorse idriche, ma anche a migliorare la vivibilita' e la mobilita' sul nostro territorio".
"E' un bilancio che guarda allo sviluppo della Campania - aggiunge Caputo - tenendo conto della difficile situazione congiunturale, ma che sa intervenire in maniera specifica a sostegno dei cittadini e dell'intero sistema. Anche quest'anno pur confermando la qualità e la quantità dei servizi offerti si è avuto la capacità di operare tagli importanti ".
"Tra le norme approvate spiccano infatti, quelle in tema di contenimento della spesa: riduzione del 25% delle spese per le consulenze di Giunta, per l'anno 2010, le spese di consulenza del Consiglio e della Giunta, saranno inferiori di un quarto rispetto a quelle sostenute nell'esercizio 2009, così come risultanti dal bilancio consuntivo. Riduzione di un terzo anche per i compensi degli amministratori delle società miste".
"Non solo contenimento della spesa troviamo nella manovra regionale ma anche l'impiego di importanti risorse: al fine di contrastare la grave crisi occupazionale è previsto un incentivo di 7500 euro per le imprese che assumono a tempo indeterminato lavoratori in cassa integrazione, lavoratori iscritti nelle liste di mobilità e disoccupati. Previsto inoltre, lo stanziamento di 3 milioni di euro per favorire l'accesso al credito delle cooperative sociali attraverso il rafforzamento delle garanzie prestate dai Confidi".
"La legge regionale dice anche un no deciso al nucleare prevedendo che il territorio della Regione Campania sia precluso all'installazione di impianti di produzione di energia elettrica nucleare, di fabbricazione e di stoccaggio del combustibile nucleare e di depositi di materiali radioattivi. No alla privatizzazione delle risorse idriche Contrariamente a quanto previsto dal Decreto Ronchi, che ha disposto la liberalizzazione dei servizi idrici".
"La finanziaria 2010 istituisce un fondo destinato alla gestione (attraverso cooperative o associazioni di volontariato senza fine di lucro) dei beni confiscati alla criminalità organizzata, già trasferiti ai Comuni".
"Particolarmente importante, considerata la crisi economica, la previsione di un fondo di solidarietà e di sostegno a favore delle aziende agricole in stato di grave emergenza economica e di mercato. La finanziaria istituisce inoltre, l'Agenzia Regionale della Campania per i pagamenti in agricoltura quale organismo pagatore per la Regione Campania per la gestione degli aiuti, contributi e premi finanziati dalla politica agricola comune".
"Misure di rilievo anche per il settore agroalimentare: nasce l'Istituto Regionale della Vite e del Vino per promuovere lo sviluppo tecnico, economico e sociale del sistema vitivinicolo campano oltre allo studio, la difesa e la valorizzazione del patrimonio dei vitigni autoctoni campani. 20 mila euro sono stanziati per l'istituzione del distretto vitivinicolo nei comuni che rientrano nelle aree Doc e Docg della regione".
"Previsti anche interventi per la tutela della Mozzarella di Bufala attraverso la tracciabilità e la leggibilità, già sulle confezioni di vendita, del prodotto finale Ci sono anche uno stanziamento di 500mila euro per il rilancio, il risanamento conservativo e il recupero funzionale delle strutture del Centro Regionale Incremento Ippico di Santa Maria Capua Vetere".
"Un milione di euro viene destinato alle attività agroalimentari e agrituristiche attraverso la tutela della biodiversità e la valorizzazione delle tradizioni agroalimentari locali, si sancisce così, il principio che gli insediamenti energetici devono essere distanti almeno 500 metri lineari dalle coltivazioni viticole".
"Per le Comunità Montane è istituito un piano di intervento per l'ammodernamento della rete viaria mentre milioni di euro sono destinati agli interventi per la tutela dell'ambiente da parte delle stesse Comunità".
"Attenzione anche per la chiesa, un fondo di 3milioni di euro è previsto per la ristrutturazione e la manutenzione degli edifici di culto, mentre 2.500.000,00 euro sono destinati alla realizzazione di oratori e di spazi parrocchiali. Contributi straordinari, (100.000 euro) vanno alla diocesi di Teano-Calvi".
"Inoltre sono stanziati 25 milioni di euro per gli interventi di riqualificazione urbana da utilizzare anche attraverso il "Fondo di rotazione per la realizzazione delle politiche della casa" . Per le famiglie meno abbienti la Regione stanzia un contributo straordinario per il 2010 per le bollette di fornitura dell'energia elettrica"
"La legge approvata la scorsa notte dal Consiglio regionale infine, prevede un programma di interventi per migliorare, gli impianti di pubblica illuminazione, l'efficienza energetica, la sicurezza pubblica e la salvaguardia dell'ambiente".

"Senso di responsabilità ha dimostrato il Consiglio regionale, nel suo complesso, approvando il bilancio nei termini, si è evitato che la Regione Campania incorresse in una valutazione negativa da parte delle agenzie di rating internazionali con un aggravio di interessi per il bilancio regionale"
"Un senso di responsabilità, - conclude il Consigliere regionale - che si sono assunti anche i consiglieri dell'opposizione che pur avendo votato contro hanno consentito l'approvazione della finanziaria entro il 31 dicembre e quindi di avere il bilancio immediatamente operativo oltre a dare un contributo importante con l'inserimento di provvedimenti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento